Tottenham

Al Tottenham Hotspur Stadium va in scena il Big-match di giornata. Il Tottenham di Mourinho ospita il Manchester United di Ole Gunnar Solskjær. Si gioca in uno stadio vuoto e con un’atmosfera surreale. I padroni di casa scendono in campo con un 4-2-3–1 con Dier adattato a difensore centrale, Winks mediano di centrocampo di fianco a Sissoko, il tridente Son, Lamela e Bergwijn a supporto di Harry Kane. I Red Devils si schierano a specchio, con Rashford, Fernandes e James a supporto dell’unica punta Martial. La squadra di casa parte con il piglio giusto e cerca di chiudere il Man United nella propria metà campo, gli ospiti cercano di agire in ripartenza ma la difesa degli Spurs rimane concentrata e fa buona guardia. Al 27’ gli Spurs sbloccano il punteggio grazie a una percussione di Steven Bergwijn, che mette in crisi la difesa avversaria ed esplode un tiro potente; De Gea riesce solo a toccare il pallone che si infila in fondo al sacco. Tottenham in vantaggio! I ragazzi di Mou conservano il vantaggio fino al termine della prima frazione. 

Tottenham
Logo Tottenham – Image by jorono from Pixabay

La ripresa si apre sulla falsa riga del primo tempo, ma il tecnico degli ospiti vuole dare una scossa e mette in campo Paul Pogba che al 63’ sostituisce Fred. L’ingresso del francese cambia il corso del match che a dieci minuti dalla fine svolta. Al minuto 80 Dier atterra Pogba in area di rigore, il direttore di gara indica il dischetto del rigore. Il portoghese Bruno Fernandes non sbaglia e pareggia i conti. Una volta subito il gol del pareggio, Il Tottenham arretra il baricentro, e al 90’ altro brivido in area londinese: ancora Dier protagonista che atterra dentro l’area Bruno Fernandes; l’arbitro assegna il penalty ma la VAR corregge la decisione, niente calcio di rigore per lo United. Entrambe le squadre si accontentano del pareggio e dopo 5 minuti di recupero il signor Jonathan Moss fischia la fine. Tottenham – Manchester United 1-1. Meglio il Tottenham nel primo tempo ma l’ingresso di Pogba sconvolge i piani di Mou nella ripresa.

di Antonio Marchese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *