Britannia Stadium - foto by stoke - twitter

Introduzione

Il campionato di Championship si avvia verso la penultima giornata, con la lotta ai vertici ormai quasi decisa, e si gioca oggi per definire la zona retrocessione. Oggi al Britannia Stadium si sono affrontate Stoke e QPR, due squadre che ormai non hanno più nulla da chiedere a questo campionato.

Primo tempo

Il primo tempo è di completa marca degli Hoops, che dopo aver sfiorato il gol con Chair all’ 11° che mette i guantoni di Davies alla prova che gli respinge il tiro, passano in vantaggio al 17° con Austin, che pesca il Jolly da fuori area e con un tiro potente che manda il pallone all’incrocio dei pali. Lo Stoke reagisce ma costruisce solo un’ occasione con Matondo, che Dieng blocca senza problemi. Willock nel finale di tempo sfiora il raddoppio, con una cannonata da fuori area su cui si oppone Davies, che salva il risultato. Un primo tempo che il QPR chiude meritatamente in vantaggio, per le occasioni create e per essersi difeso bene dagli attacchi dei Potters.

Secondo tempo

Nel secondo tempo lo Stoke si butta in avanti alla ricerca del pareggio, e ha due occasioni con Obi Mikel e Thompson, ma in entrambi i casi i loro tiri non trovano la porta, con la pala che termina fuori. Al 70° gli Hoops raddoppiano con Kakay, che riceve palla al limite dell’area e calcia di prima intenzione e infila il pallone all’angolino destro della porta di Davies. I Potters provano a rientrare in partita e al 78° Thompson prova a impensierire la porta degli Hoops, ma il suo tiro è facile prenda di Dieng che blinda la porta, e ferma le velleità di rimonta dello Stoke. Subito dopo ci prova Vokes, ma il suo tiro è fuori misura. Non succede più nulla e il QPR sbanca il Britannia Stadiun, e si avvia a concludere il campionato a ridosso della zona playoff. Hoops che si mangiano le mani per i punti persi durante il campionato, che potevano valere i playoff.

Di Alberto Zingales