Stadio del Sikeborg IF - Photo by Sikeborg IF

(5’Kusk, 13’Lanzini, 25′ Scamaca, 31’Dawson, 75′ Tengstedt)

Seconda partita del girone B di Conference League tra Silkeborg e West Ham, piove a dirotto in Danimarca per questo giovedì d’Europa dove gli Hammers sono chiamati a confermarsi come prima forza del girone.

Queste le formazioni in campo:

Silkeborg (4-3-2-1): Larsen; Sonne, Salquist, Felix, Engel; Thodorson, Brink, Jiynge; Tengstedt, Kusk; Helenius.

West Ham (3-4-2-1): Areola; Kehrer, Dawson, Cresswell; Coufal, Rice, Lanzini, Emerson; Cornet, Paqueta; Scamacca.

300 apparizione per Aaron Cresswell.

dressing room- Facebook profile West Ham United
dressing room- Facebook profile West Ham United

 

primo tempo

La partita è vivace con le due squadre che si affrontano a viso aperto senza risparmiarsi colpi su colpi, il West Ham comanda la partita ma è il Silkeborg a trovare il vantaggio al 5′ con Kusk ben servito con un cross basso dalla sinistra e trovato solo al limite dell’area spiazza Areola.

Gli Hammers non si scoraggiano e continuano a comandare la gara, al 12′ atterramento in area danese e calcio di rigore, Lanzini si incarica della battuta e spiazza il portiere; 1-1.

Il West Ham continua a macinare gioco e occasioni, al 25′ su un rinvio maldestro della difesa Scamacca si avventa sulla palla e scaglia in porta sotto la traversa la rete del 2-1.

Il Silkeborg trova poco dopo la rete del pareggio ma l’arbitro annulla per fallo sul portiere.

31′ minuto corner per i Claret & Blue, il rientrante Dawson anticipa tutti sul primo palo e colpisce per la rete del 3-1.

Il primo tempo si riassume fondamentalmente così.

Dawson celebrating post- West Ham Facebook profile
Dawson celebrating post- West Ham Facebook profile

2 tempo

Partita i completa gestione da parte degli uomini di Moyes.

75′ incredibilmente la squadra dell’East London si sbilancia sugli sviluppi di un calcio d’angolo, azione di ripartenza e danesi che trovano la rete del 3-2 con Tengsted.

Finale in apnea per il West Ham che però riesce ad amministrare il vantaggio e portare a casa questa vittoria.

Federico Benassi

 

 

Privacy Policy