Ray Kennedy - Photo by Indipendent.co.uk

Ogni primo dicembre noi appassionati di calcio inglese ricordiamo una delle tante leggende che ha arricchito il calcio d’oltremanica: Ray Kennedy.

Originario della regione britannica del Northumberland durante il periodo scolastico venne notato dal Port Vale, allora allenato dalla leggenda del calcio inglese Stanley Matthews che venne personalmente a casa sua, per persuaderlo a unirsi alla squadra che allora militava nella Fourth Division. Dopo un breve periodo con i Valiants, venne rimandato nel Northumberland perché venne considerato troppo lento per potere giocare a livello professionistico.

Ray Kennedy - Photo by Indipendent.co.uk
Ray Kennedy – Photo by Indipendent.co.uk


Dopo il periodo deludente con i Valiants, Ray riprese a giocare a livello amatoriale e nello stesso tempo lavorava in una pasticceria. Fu durante una partita con la sua squadra che venne notato dagli scout dell’Arsenal, che lo portarono a Londra nel 1968. Con i Gunners inizia il suo periodo d’oro e con loro gioca da centravanti. Fu assoluto protagonista della Coppa delle Fiere del 1970 realizzando un gol in una delle due finali dove i Gunners hanno battuto l’Anderlecht. Ray realizzo il gol del 3-1 nella partita di andata in Belgio, dove subentrò a Charlie George. I Gunners poi vinsero la partita di ritorno per 3-0, e si aggiudicarono il loro primo trofeo europeo.

Ma l’anno dopo si ripete rendendosi protagonista insieme con il Gunners dello storico Double. Infatti nel 1971 l’Arsenal vinse nello stesso anno il campionato di First Division e la FA Cup. I ragazzi di Bertie Mee in quella stagione trionfarono a White Hart Lane battendo gli odiati cugini del Tottenham e si assicurarono il campionato, e a Wembley contro il Liverpool che batterono per 2-1 in quella che può essere considerata un’annata indimenticabile.

Dopo i trionfi con i Gunners a Highbury prenderà la via di Liverpool sponda Anfield, dove sotto la guida di Bob Paisley cambierà ruolo passando da attaccante a regista senza però perdere il vizio del gol e contribuirà alla conquista di molteplici titoli nazionali e europei.

Una carriera interrotta sul più bello a causa del morbo di Parkinson; una malattia che lo accompagnerà per il resto della vita fino alla sua morte avvenuta il primo dicembre del 2021.

Ray Kennedy - Photo by Arsenal official Twitter
Ray Kennedy – Photo by Arsenal official Twitter



Ray Kennedy la leggenda che ha illuminato con la sua classe gli stadi storici di Highbury e Anfield.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy