Dalle parti di Selhurst Park splende il sole e regna il bun umore. Svegliarsi dopo una vittoria nel derby è sempre una sensazione piacevole, soprattutto se il gol vittoria arriva al 95esimo. La vittoria delle Eagles catapulta la truppa di Roy Hodgson verso terre più sicure, a +10 dalla zona retrocessione con 32 punti in classifica. Come su suol dire in questi casi, il risultato è un po’ bugiardo e il Brighton avrebbe potuto tranquillamente portare a casa il risultato, ma è altrettanto vero che nel calcio vince chi segna. E proprio il ne-acquisto Mateta gonfia la rete nel primo tempo, il numero 14 realizza il primo gol in maglia Eagles e anche in Premier League. Indovinate come? Di tacco, nel derby. Sceneggiatura da Oscar.

Jean-Philippe Mateta (Crystal Palace) esulta dopo aver realizzato una rete di tacco nel derby contro il Brighton – Photo by Yahoo Movies

Nella ripresa il canovaccio è sempre quello e i Seagulls raggiungono il meritato pareggio, come da copione il Crystal Palace arretra e il Brighton prova a puntare al bersaglio grosso ma la porta sembra stregata. Quella vecchia volpe di Roy Hodgson toglie Mateta dandogli una bella pacca sulla spalla e mette dentro Benteke. Il pareggio a questo punto sembra un buon risultato per il Palace ma il calcio è una scienza inesatta, che non puoi prevedere. E allora ecco che quando la lancetta del cronometro si avvicina al quinto ed ultimo minuto di recupero accade l’imponderabile. Jordan Ayew pesca Andros Townsend sulla fascia sinistra, doppio passo e cross del numero 10 con la palla che taglia l’area e arriva sul destro di Christian Benteke. L’attaccate belga non ci pensa troppo e tira al volo, palla che si abbassa e finisce dritta dritta nell’angolino, secondo palo, imparabile.

Christian Benteke realizza il gol vittoria contro il Brighton al 95esimo – Photo by The times.co.uk

Vincere un derby al 95esimo con due tiri in porta: il Crystal Palace è anche questo.

di Antonio Marchese