Neal's Yard - Photo. by Tom Podmore

C’è un angolo nel cuore di Londra nascosto in convent garden, un vicolo per l’esattezza chiamato Neal’s yard dove oggi i turisti fanno a gara a scattare la foto perfetta colpiti dai mille colori di questo angolo londinese , ma un tempo non era altro che un semplice cortile londinese abbandonato sudicio con i ratti a farla da padrone, fù grazie a un certo Nicholas Saunders a fare scoprire al mondo questo angolo incantato inglese.

Dalle stalle alle stelle

Tutto cambio negli anni 70 quando Saunders aprì uno shop di alimenti integrali, Whole Food Warehouse, che è tra l’altro uno dei primi negozi indipendenti a nascere in questa zona, ma questo angolo Londinese deve il suo nome a Thomas Neal che nel 1690 ricevette un pezzo di terra da Guglielmo III e creò l’area dei sette quadranti in cui si trova anche Neal’s Yard.

Neal's Yard - Photo. by Tom Podmore
Neal’s Yard – Photo. by Tom Podmore

Successivamente Saunders introdusse Neal’s yard sulla mappa londinese da qui l’inizio di una nuova epoca per questo pittoresco cortile, assistiamo ad una vera e propria evoluzione da una area in stato di degrado dove c’erano topi , pozzanghere e depositi dei magazzini della vicinissima convent’ garden ad angolo colorato, nuovo e innovativo di Londra dove ora a farla da padrone sono i fotografi e la mole di turisti attratti da questo posticino segreto.

Un bel lieto fine

Tutto ciò è stato possibile grazie alla capacità imprenditoriale di Saunders che letteralmente tolto dal basso e portato verso l’alto questa gemma nascosta, una volta arrivati vi attendono palazzi classici a mattoncini, ma colorati dai toni accesi che donano luce , ed è possibile fare un po’ di tutto in questa piccola ma vivace area dalla colazione, allo shopping ad un semplice taglio di capelli, tutto ciò per non dimenticare mai che Londra offre tanti colori a chi sa trovarli e non solo il grigio del suo cielo.

di Antonio D’Aversa

Privacy Policy