Venerdì 23 settembre siamo stati presenti al Lion Centre (che è la sede del Millwall Community Trust) dove si è svolto un evento dove si è parlato dell’impatto che la squadra del Millwall ha nella comunità del quartiere di Lewisham.

Si tratta di un associazione nata nel 1985 (anno del centenario della storia dei Lions), e che da allora organizza svariate iniziative per aiutare le persone che vivono nel quartiere a supportarli nei problemi della vita quotidiana.

La squadra del sud di Londra è sempre stata vicina alla sua gente sin dai tempi della sua fondazione, quando chiese alla FA di far iniziare le sue partite casalinghe per permettere ai lavoratori del porto che lavoravano nei Docks di Lewisham e Southwark di poter arrivare in tempo per potersi godere la partita.

Questa è una storica iniziativa che fu organizzata per curare anche la salute mentale dei lavoratori del porto, che durante la settimana erano sottoposti a turni massacranti in cantiere, e la partita era lo svago del fine settimana per potersi rilassare e riprendersi da una settimana di fatica.

L’evento che si è svolto venerdì 23 settembre, organizzato dal CEO Sean Daly (una persona da sempre attenta alle esigenze della comunità di Lewisham e Southwark e che organizza sempre iniziative per tutti, dai bambini in età scolastica, per gli adulti con difficoltà di ogni tipo e per gli anziani. Infatti prima dell’inizio del convegno era intento a supervisionare una partita di calcetto tra ragazzi e ragazze affetti dalla sindrome di Down che si godono un momento ricreativo nella palestra del Lion Centre), ha visto in prima linea l’ex presidente del Millwall Jeff Burnige (tra i fondatori del Millwall Community Trust)e dal nostro amico avvocato Gianluca Sardi (che già avevamo intervistato a ridosso di una partita casalinga del Millwall di questa stagione), che ha illustrato al pubblico presente come il Millwall F.C e il Millwall Community Trust impattano nelle comunità locali di Lewisham e Southwark.

Tra le varie iniziative che Gianluca ha messo in evidenza durante il suo intervento riportiamo queste:

  • La Lions Food Bank che venne creata durante la pandemia causata dal Covid19, che ha aiutato la comunità locale servendo più di 400 pasti al giorno a favore delle famiglie bisognose del quartiere. Si tratta di una iniziativa che è stata realizzata per garantire una delle prerogative fondamentali dell’individuo che è quella di poter garantire un’alimentazione sana per gli esseri umani. Una prerogativa che viene regolata dalla carta dei diritti fondamentali delle nazioni unite, che è entrata a far parte di molte costituzioni e regolamenti giuridici tra cui quello inglese.
  • Una convenzione fatta con il Recruitement Center di entrambi i quartiere per aiutare i ragazzi giovani e gli adulti a trovare un lavoro dignitoso.
  • La convenzione con il Lewisham College per garantire ai bambini il diritto allo studio, all’istruzione, alla formazione in un ottica sociale, giuridica e sportiva.
  • Le iniziative del Millwall for All che hanno il fine di educare le persone all’uguaglianza, all’egualità e contro ogni tipo di discriminazione sin dalle scuole primarie. Per questo motivo il Millwall è stata la prima squadra professionistica ad associare una squadra femminile alla squadra maschile. E molto recentemente è stata una delle prime società a sostenere il campionato LGBT, permettendo al Milwall Romans di poter avere un campo nel quartiere per gli allenamenti e per giocare le partite casalinghe di campionato.
  • Le iniziative fatte per prevenire la criminalità giovanile e la criminalità nelle strade. Ed è per questo motivo che è nata un’associazione chiamata Jimmy Mizen Foundation, dedicata a un ragazzo ucciso in modo violento dentro una panetteria a Lee. L’obbiettivo di questa associazione è prevenire l’uso dei coltelli nelle strade, e di ridurre i dati delle statistiche che vedono Londra come la città con più omicidi per strada con arma da taglio. Infine è stata anche fatta una convenzione con una prigione di Londra, al fine di far reinserire i prigionieri una volta che hanno scontato la pena.

Oltre a Gianluca al convegno sono intervenuti il Deputy Major di Lewisham Brenda Dacres, che ha messo in evidenza come il Millwall Community Trust è importante quotidianamente per lo sviluppo del Borough. Ma soprattutto per le iniziative che coinvolgono anche il comune in una collaborazione fianco a fianco, per rinnovare e rendere Lewisham un quartiere dignitoso e libero da ogni tipo di criminalità organizzata.

Importante anche l’intervento di Sir Simon Hughes Il Chancellor dell’Università di Southbank, che ha messo in evidenza l’importanza del Trust anche a livello edilizio, soprattutto per le recenti rigenerazioni di alcune case nel quartiere e per la creazioni di nuovi complessi residenziali al fine di venire incontro all’emergenza abitativa delle zone attorno al “The Den“.

Infine il convegno si è chiuso con un intervento dell’ex presidente Jeff Burnige che ha messo in evidenza anche l’impegno del Trust a livello internazionale, con iniziative benefiche nelle nazioni africane di Kenya e Botswana.

Un’incontro che ci ha arricchito moltissimo e che ci ha fatto capire che attorno al Millwall non c’è solo gente violenta o delinquenti, ma anche persone che lavorano di buona lena e con passione per supportare gli abitanti dei due quartieri dove sorge lo stadio, e renderlo un luogo accessibile a tutti e piacevole per viverci.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy