West Ham

Canning Town

Mark James Noble, conosciuto semplicemente come Mark Noble. L’East London nel Dna, nel destino e nella carriera di questo capitano coraggioso. Nasce l’8 Maggio del 1987 a Londra, nel quartiere di Canning Town, a qualche fermata di metro da Upton Park, casa del West Ham United Football Club. Inizia la carriera proprio nelle giovanili degli Hammers e il giovane Noble dimostra subito attaccamento a quella casacca che nel 2004 vale il passaggio in prima squadra. L’esordio giovanissimo ad appena 17 anni arriva in una sfida giocata dal West Ham in Coppa di Lega, avversario il Southend United. Nel 2006 il West Ham decise di cedere Noble in prestito per dargli la giusta continuità e il giocatore, senza fare una piega, andó a farsi le ossa all’Ipswich Town, con cui realizzò la prima rete in carriera contro il Coventry City.

Welcome back

Dopo qualche mese lontano da Londra il centrocampista inglese tornó a casa, e il 6 Gennaio 2007 mise a segno il primo gol con la maglia del West Ham, avversario il Brighton. Con il passare degli anni Noble è diventato un punto fermo degli Hammers, guadagnandosi la fascia di capitano e il titolo di “Mister West Ham”. Il giocatore ha giocato più partite di Premier League con il West Ham di qualsiasi altro ed è il calciatore più longevo della club. Maglia numero 16 sulle spalle, testa alta e duttilità: Noble è un giocatore inglese vecchio stile ma che si adatta alla modernità di un calcio e senza fronzoli. Dedito al sacrificio e gioca per la squadra, idolo della platea dei Martelli e capitano dentro e fuori dal campo. Da quel lontano 2004 Mark ha fatto tanta strada, sempre indossando la stessa maglia.

West Ham
Mark Noble esulta dopo il primo gol con la maglia del West Ham – Photo by West Ham United via Instagram

Il capitano

L’età che avanza e la metamorfosi del West Ham hanno costretto Noble a qualche panchina di troppo ma il capitano, sempre con garbo e rispetto dello stemma, si fa trovare sempre pronto perchè il bene primario è il West Ham. Un giocatore vero, che quando serve interviene duro ma vede il gioco e lancia verticalizza con classe. Da quel lontano 2004 Mark ha sposato la causa Hammers e ha continuato a sudare per la sua squadra fino all’ultimo, da vero capitano che non abbandona mai la nave.

West Ham
Mark Noble capitano del West Ham – Photo by West Ham United Football Club

Il quartiere

Quella del 15 Maggio 2022 contro il Manchester City è stata la sua partita con quella maglia a Londra, casa sua. L’anno scorso con una lunga lettera scritta ai tifosi aveva regalato emozioni forte, con gli occhi lucidi e la testa alta di chi può guardare tutti a petto in fuori perché Mark, il ragazzo del quartiere, è l’anima pura e verace degli Hammers. A margine del triplice fischio della sfida di ieri Noble ha scritto la parola fine e ha parlato per l’ultima volta da giocatore degli Hammers: “Ho cercato di stare calmo, di rimanere tranquillo ma le emozioni hanno avuto il sopravvento. E’ stato un addio fantastico. Ci pensavo da tempo perché ho annunciato l’addio l’anno scorso, devo fare i complimenti al club: hanno ringiovanito la squadra e ora possiamo pensare alla prossima stagione“.

Quel pensiamo fa capire come Mark rimane e rimarrà per sempre tifoso del West Ham, la squadra del quartiere, del suo quartiere.

549 presenze, 62 reti e 61 assist.

 

Privacy Policy