La tana del Liverpool, l'Anfield - Photo by Ivo Furano

All’Anfield va di scena Liverpool-Brentford per il 22^ turno di Premier League. I Reds di Jurgen Klopp devono rinunciare ai giocatori impegnati in Coppa d’Africa (Momo Salah, Manè e Naby Keita) e agli infortunati Thiago Alcantara, Origi e Elliott. Solito 4-3-3 comunque per i padroni di casa con Alisson tra i pali. Difesa formata da Alexander-Arnold e Robertson sugli esterni, Matip e Van Dijk centrali. A centrocampo Curtis Jones e Jordan Henderson ai lati di Fabinho. In attacco tridente Oxlade Chamberlain, Firmino e Diogo Jota. Il Brentford di Thomas Frank si schiera con il classico 3-5-2. Davanti ad Alvaro Fernandez agiranno Ajer, Jansson e Pinnock. Sulle fasce Roerslev e Rico Henry, mentre nella mediana giostreranno Norgaard con ai lati Janelt e Shandon Baptiste. In avanti il duo offensivo Ivan Toney e Bryan Mbeumo. Anche tra le fila delle Bees si contano parecchie assenze: Dasilva, Tariqe Fosu-Henry, Goode e Onyeka. Solo panchina per lo spagnolo Sergi Canos.

Il muro del Brentford crolla al 44′, il colpo di testa vincente di Fabinho porta avanti il Liverpool

L’arbitro Jonathan Moss fischia il calcio d’inizio. I Reds sin dai primi minuti mantengono il possesso del pallone, cercando qualche spazio tra la difesa Bees. Al 14′ prima occasione del match a firma di Alexander-Arnold, bravo a superare un avversario e a calciare in porta. Il suo tiro finisce sopra la traversa ma di poco. Primo brivido per la porta di Alvaro Fernandez. Va vicino al gol nuovamente il Liverpool sugli sviluppo di un corner, con il tiro di Van Dijk che però viene respinto con un ottimo intervento da Fernandez. Tanti sono i cross messi in mezzo dal Liverpool, la difesa del Brentford riesce sempre a spazzare. Il muro Bees sta reggendo, i Reds sono in controllo totale del match ma non riescono a far breccia nel muro eretto dagli ospiti. Al 33′ il Brentford riesce a farsi vedere dalle parti di Alisson, ma il tiro di Janelt finisce alle stelle. Sei minuti dopo Ivan Toney va vicinissimo al vantaggio con il suo tiro potente che però esce di un soffio. Ma al 44′ arriva la rete del Liverpool. Calcio d’angolo battuto da Alexander-Arnold, il pallone attraversa l’area di rigore, rimbalzando a terra, e trova il colpo di testa vincente di Fabinho. Allo scadere del primo tempo i Reds passano avanti. Si chiude, dunque, la prima frazione di gioco dopo un minuti di recupero.

Azione di gioco in Liverpool-Brentford - Photo by Official Account Twitter Brentford FC
Azione di gioco in Liverpool-Brentford – Photo by Official Account Twitter Brentford FC

I Reds calano il tris, il Brentford in difficoltà ad Anfield

Riparte il match. Thomas Frank decide di inserire forze fresche: dentro Sergi Canos per Rico Henry. Al 52′ ottima l’azione di Curtis Jones che si chiude con un tiro troppo centrale però per impensierire Alvaro Fernandez. Al 59′ prova a rendersi pericoloso Bryan Mbeumo, bravo a farsi spazio in area e a chiudere il tiro. Palla larga di poco. Poco dopo è quasi raddoppio Reds, con il tiro di Diogo Jota che colpisce il palo. Sulla ribattuta si fionda Firmino che conclude all’angolino basso ma Alvaro Fernandez si salva compiendo una gran parata. Al 68′ ancora grande intervento del portiere delle Bees sul tiro deciso di Diogo Jota. I Reds stanno premendo sull’acceleratore per trovare il gol del doppio vantaggio. Ed eccolo arrivare due minuto dopo, questa volta con Oxlade-Chamberlain. Splendido il cross dalla sinistra di Robertson, Oxlade Chamberlain tra due avversari riesce a colpire di testa e ad insaccare in rete. Liverpool avanti 2-0. Il Brentford (prima del gol dentro Yoane Wissa al posto di Shandon Baptiste) accusa il colpo, adesso è dura. Al 74′ esce l’autore del raddoppio OxladeChamberlain, dentro Minamino. Ancora un cambio tra le Bees, entra Jensen per Mbeumo. Cala il tris il Liverpool al 77′. E’ proprio il nuovo entrato, il giapponese Minamino, a trovare la rete su assist di Roberto Firmino. Errore grossolano in disimpegno di Alvaro Fernandez con la sua difesa, pallone regalato ai Reds subito in pressione nell’area di rigore Bees. Facile facile il gol per il Liverpool. Sul finire del match entrano James Milner e Kaide Gordon, fuori Firmino e Diogo Jota. Vicini al poker i Reds con Gordon, respinto il suo tiro da Alvaro Fernandez. Al 2′ minuto di recupero prova a trovare la gol della bandiera Ivan Toney, ma para discretamente Alisson e sventa il tiro. Si chiude qui il match. Nella tana di Anfield il Brentford cade sotto i colpi dei Reds. Non c’è stata partita quest’oggi: il Liverpool, nonostante l’assenza di giocatori importanti, riesce a essere comunque una macchina da guerra e a rendere facili le situazioni più difficili. Gli uomini di Klopp si attestano al secondo posto in classifica con 45 punti, a -11 dal City ma con una partita in meno. Le Bees di Frank collezionano la seconda sconfitta consecutiva dopo quella col Southampton. Il prossimo impegno non è dei migliori per invertire il trend: al Community Stadium arriva il Manchester United. Occorre ricaricare le batterie e presentarsi nei migliori dei modi contro i Red Devils.

A cura di Sergio Pace 

 

 

 

 

 

Privacy Policy