Millwall

Il Millwall ha trascorso gran parte della sua storia nella seconda e nella terza divisione del calcio inglese, ma ha partecipato alla First Division (prima divisione) nelle stagioni 1988-1989 e 1989-1990, ottenendo come miglior risultato un decimo posto nell’annata d’esordio.

Ma la storia ultracentenaria dei Leoni dell’est di Londra ha avuto un altro picco, memorabile. Nel 2004 il club raggiunse la finale di FA Cup per la prima volta nella sua storia, e perse per 0-3 contro il Manchester United di Sir Alex Ferguson. Decisivi in quell’occasione Cristiano Ronaldo ed una doppietta di Van Nisterlooy. Ma la sconfitta, seppur severamente amara per il Millwall, gli valse la qualificazione alla Coppa Uefa. Diventando così, dopo 120 anni, la prima squadra militante nella seconda divisione inglese a partecipare ad una competizione europea.

Millwall
La squadra del Millwall finalista in FA Cup – Photo by official Twitter Millwall

Il sorteggio riservò ai londinesi il Ferencvaros. Un’urna che non fu benevola per i Lions, che si trovarono di fronte la compagine campione d’Ungheria. In un primo turno che fu animato da squadre dall’enorme blasone come Lazio, Benfica, Feyenoord, Rangers, e da qualche nobile decaduta. Cioè il Middlesbrough, lo Schalke 04, il Bochum. L’andata fu giocata al The Den, ovviamente infuocato, colmo fino all’inverosimile. Intimidating. Un ambientino tutt’altro che accogliente per la squadra avversaria e per i suoi supporters al seguìto. La partita, non eccelsa dal punta di vista tecnico, terminò 1-1. Questo il tabellino:

Millwall: Stack, Muscat, Lawrence, Ward, Simpson, Elliott, Wise, Livermore, Morris (Cogan 36), Harris (Dichio 80), Moore (Ifill 77). Ferencvaros: Szucs, Vukmir, Botis, Gyepes, Balog (Zavadszky 90), Rosa, Kapic, Tozser, Lipcsei, Vagner (Penksa 71), Bajevski (Sowunmi 79). Reti: 66’Wise (M), 78’Lipcsei (F).

Millwall
The Den Millwall – Photo by Il Calcio a Londra

Il Millwall quindi fu chiamato a compiere l’impresa a Budapest. Perchè solo una vittoria all’Albert Flórián Stadion o un pareggio con almeno due gol realizzati, gli avrebbe consentito di staccare il pass qualificazione al secondo turno. E invece, nulla di tutto questo si realizzò. Gli ungheresi partirono a razzo, e chiusero il discorso nei primi 40′, con le reti di Rosa, Botis e Vagner. Il gol allo scadere della prima frazione di gioco di Wise servì a poco, neppure a mettere un pò di pepe sulla ripresa in quanto il Ferencvaros, club più abituato del Millwall a giocare partite europee, gestì con concentrazione ed intelligenza il doppio vantaggio fino al triplice fischio dell’arbitro. E condusse in porto il 3-1 che gli permise di accedere al turno successivo. Questo il tabellino della gara di ritorno, che sancì l’eliminazione del Millwall dalla competizione europea:

Ferencvaros: Szucs, Vukmir, Gyepes, Botis, Balog, Rosa, Zovath, Tozser (Leandro 63), Lipcsei, Vagner (Sowunmi 87), Penksa (Bajevski 71). Millwall: Stack, Lawrence, Muscat, Ward, Simpson (Sweeney 61), Elliott, Wise, Morris, Livermore, Ifill, Harris (Cogan 69). Reti: 26’Rosa (F), 31’Botis (F), 40’Vagner (F), 45’Wise (M).

Una fugace esperienza, dunque, quella del Millwall in Coppa Uefa. Che però rappresentò una novità assoluta ed una piacevole ‘sorpresa’ per un club che ha vissuto e continua a vivere troppo nell’anonimato del calcio inglese.

di Andrea Indovino