West Ham

“Ciao a tutti. Prima di tutto, a nome dei giocatori e dello staff qui, vorrei farvi i nostri migliori auguri e spero che stiate tutti bene e al sicuro in questo momento. Volevo scrivere questa lettera per dirvi personalmente che sono felicissimo di aver accettato l’opportunità di prolungare il mio contratto con il Club, fino all’estate del 2022.Ho anche deciso, dopo molte considerazioni, che la stagione 2021/22 sarà la mia diciottesima e ultima stagione da giocatore in prima squadra al West Ham United. È una decisione che ho preso dopo molte discussioni con la mia famiglia, i miei amici e le persone della squadra di calcio. Ho anche avuto conversazioni con l’allenatore ed è chiaro che lui e il club vogliono costruire qualcosa e continuare a portare avanti la squadra di calcio in modo positivo – un modo in cui credo pienamente – mentre il mio desiderio di continuare a spingere l’ethos e i valori del West Ham United, in particolare per i nostri nuovi acquisti e per i giovani giocatori che arrivano attraverso la nostra Academy, sono più forti che mai.

West Ham
Mark Noble esulta dopo il primo gol con la maglia del West Ham – Photo by West Ham United via Instagram

Prima di tutto, credo ancora fermamente di avere molto da offrire in campo. Non avrei firmato un nuovo contratto se non avessi sentito di poter rendere giustizia a me stesso o portare valore alla squadra.Fortunatamente, sono stato generalmente fortunato a evitare infortuni gravi nel corso della mia carriera. Mi sento davvero in forma e in salute ma, soprattutto, mi sveglio ancora ogni mattina con quell’eccitazione nello stomaco, desiderosa di lavorare duro al fianco dei giocatori e continuare a spingere gli spogliatoi.L’anno scorso è stato senza dubbio il più insolito della mia carriera. La pandemia COVID-19 ha ovviamente avuto un enorme impatto sulla vita di tutti e ci ha fatto apprezzare molto di più ciò che abbiamo. Sebbene ci siano cose decisamente più importanti nella vita del calcio, abbiamo anche visto quanto può aiutare a portare gioia e felicità alle persone in tempi difficili. Tornare dal blocco e lottare per garantire il nostro status di Premier League è stato uno dei momenti più difficili della mia carriera, ma i giocatori e lo staff da allora fino ad ora non sono stati secondi a nessuno: il modo in cui abbiamo combattuto l’uno per l’altro ci ha avvicinati ancora di più , qualcosa che ci ha aiutato a guidare in questa stagione.

Ciò che rende tutto più semplice è il fatto che stiamo andando tutti nella stessa direzione e vogliamo la stessa cosa. In tutto il mio tempo al West Ham, lo spirito tra la squadra e tutti al club è buono come non lo è mai stato.Sono così orgoglioso di come tutti al West Ham United si siano riuniti negli ultimi 12 mesi. Abbiamo fatto un ottimo lavoro per aiutare le persone più bisognose della comunità e abbiamo anche fatto progressi fantastici in campo in quel periodo. È stato tinto di tristezza il fatto che tu non sia stato lì con noi per goderti così tanti bei momenti, ma so parlando con amici e familiari che ti sei divertito a guardarci e sentiamo davvero quel sostegno.Come ho detto in alcune occasioni quest’anno, al giorno d’oggi non mi concentro molto su me stesso o sulla mia situazione. Quello che mi dà più soddisfazione di ogni altra cosa è vedere fare bene la squadra. Ho sempre messo la squadra di calcio prima di me e continuerò a farlo.La nostra motivazione ora è il desiderio per noi di continuare quella prossima stagione. Quest’anno è già stato un anno fantastico, qualunque cosa accada da qui alla fine della campagna, ma vogliamo costruire su quella coerenza e sui progressi il prossimo anno, quando si spera che tornerai al nostro fianco per godertelo.Io, per esempio, mi sei mancato così tanto.

West Ham
Mark Noble capitano del West Ham – Photo by West Ham United Football Club

Uscire allo stadio di Londra di fronte a 60.000 persone, ascoltare Bubbles che risuona e il boato quando si ferma appena prima del calcio d’inizio – non c’è niente di simile. È anche un’altra parte del motivo per cui ho firmato l’estensione del contratto. Il pensiero di finire la mia carriera giocando per il West Ham in stadi vuoti è qualcosa che non riesco a comprendere e le recenti notizie positive significano che speriamo di averti di nuovo al nostro fianco prima della fine di questa stagione. Durante il mio tempo qui, sono immensamente orgoglioso di aver capitanato la squadra negli ultimi cinque anni, da un’incredibile ultima stagione al Boleyn alla prima al London Stadium – è qualcosa che ricorderò per sempre ed è storia per me e per i miei famiglia.Un testimonial davvero indimenticabile e il raggiungimento delle 500 presenze per il West Ham sono due cose in particolare, vorrei ringraziare il Club per il loro magnifico supporto nel celebrare, e ciò che ha reso quei momenti ancora più speciali è stato l’amore che è venuto da voi, i nostri sostenitori.Come sapete, io sono semplicemente uno di voi, un tifoso cresciuto proprio dietro l’angolo di Boleyn e che era solito stare sul piazzale chiedendo le maglie dei giocatori! Non avrei mai immaginato di giocare così tante volte per questo Club e di avere l’onore di indossare la fascia da capitano per così tanto tempo, ma ogni singolo minuto è stato reso speciale dal fatto che ti rappresento.La prossima stagione sarà molto emozionante per me, ma in questo momento non è il momento per riflettere o guardare indietro alla mia carriera. Ho fatto questo annuncio in questo momento in modo che ora posso tornare a concentrarmi con i giocatori e lo staff per concludere questa stagione con la massima forza possibile.

La mia ultima ambizione come giocatore del West Ham United ora è semplicemente quella di provare l’emozione e l’onore di uscire di nuovo davanti a te. Abbiamo avuto picchi incredibili e, ovviamente, momenti difficili, ma l’unica cosa che ci ha tenuti uniti è stato il nostro amore per il West Ham.Non so ancora quale sia il mio futuro al di là di questo. Se c’è una cosa che ho imparato nel calcio, è che non puoi guardare troppo avanti, perché le cose possono sempre cambiare molto velocemente.L’estensione mi porterà alla mia diciottesima stagione in prima squadra al West Ham – non sono sempre stato il più facile con cui convivere, soprattutto quando i risultati non sono andati per noi, e mia moglie Carly ei miei figli, Honey e Lenny, a volte ne ho dovuto sopportare il peso! Guardare Lenny come giocatore dell’Academy mi ha permesso di trascorrere più tempo negli ultimi anni a Chadwell Heath, insieme agli allenatori e allo staff che fanno un lavoro così fantastico nello sviluppo dei nostri giovani, sia come giocatori che, cosa più importante, come persone. Non vedo l’ora di dedicare ancora più tempo a quella che considero una delle migliori accademie del mondo e di continuare la mia affiliazione con un club che tengo così a cuore.Il mio legame e il mio amore per il West Ham United saranno per sempre.

“Un sacco d’amore, Noble “

di Nicola Morosini

Privacy Policy