Azione di gioco Leicester-Crystal Palace

Il Leicester conquista tre punti preziosi per la rincorsa ad un posto in Champions. Batte il Crystal Palace 2-1 e tiene a distanza di sicurezza le immediate inseguitrici. Solo un crollo verticale nelle ultime cinque giornate può mettere a rischio la squadra di Rodgers. Che merita con voti alti l’attuale posizione in classifica. Il Palace vive l’ennesima serata anonima. Grigia. Di una stagione che volge al termine senza acuti.

Primo tempo soporifero

Le Foxes sembrano non voler lasciare scampo al Crystal Palace. Con la fantasia di Maddison e le sgasate di Vardy. Con l’attaccante nativo di Sheffield che crea un paio di situazioni pericolose dinnanzi a Guaita nei primi dieci minuti. Poi però accade l’intoppo per Rodgers e soci. Eze ruba palla a centrocampo e prende d’imbucata la difesa del Leicester. Zaha raccoglie l’invitante filtrante del compagno e con freddezza porta avanti i suoi. Lo 0-1 non scuote il Leicester. ‘Io la passo a te, tu a me’. E si va avanti così. Senza che la partita viva particolari sussulti fino ai secondi finali della prima frazione. Quando un tiro-cross di Maddison taglia pericolosamente in due l’area ma nessun compagno accetta l’invito del ‘dieci’. Poco, troppo poco calcio espresso in campo da una squadra che ha come obiettivo quello di blindare il terzo posto.

Reazione Leicester

E Rodgers negli spogliatoi bacchetta i suoi. Perchè alla ripresa scendono in campo con un piglio diverso. Una squadra trasformata. Che finalmente c’è con la testa. Passano appena 5′ e Castagne buca la difesa del Palace e i guantoni di Guaita. Gol convalidato solo dopo il controllo VAR. Nessun tocco di mano antecedente alla conclusione del laterale destro ex Atalanta. Con il pareggio acquisito il Leicester si scioglie. E inizia a giocare il suo calcio abituale. Con Tielemans e Maddison giganti in mezzo al campo. E Vardy e Iheanacho a muoversi come matti per non dare punti di riferimento alla retroguardia londinese. Proprio Maddison al 60′ chiama Guaita al super intervento in tuffo. Poco dopo Vardy non inquadra la porta da posizione ravvicinata.

Azione di gioco Leicester-Crystal Palace
Azione di gioco Leicester-Crystal Palace – Photo by Twitter Crystal Palace

Palace ancora sconfitto

La partita col trascorrere dei minuti diventa sempre meno equilibrata. Col Palace che abbassa sempre più il proprio baricentro. Fino a schiacciarsi tutto dietro. Ma mancano ancora 20′. Vardy, Tielemans, Ihenacho e il nuovo entrato Perez sfiorano il vantaggio. Che si materializza per le Foxes all’80’ grazie ad Iheanacho che proprio non intende arrestare la sua folle ‘chimica’ col gol. E’ 2-1, con gli ospiti che non riescono a reagire nel segmento finale. E tornano dalle Midlands con l’ennesima sconfitta sul groppone. Di una stagione con pochi acuti e tante brutte battute d’arresto. Fortuna per Hodgson che giù ci sono tre squadre ancor più deboli della sua.

di Andrea Indovino