Georgina Stanway pareggia contro la Spagna - foto by Lionesess - Twitter

Dopo la fase eliminatoria a gironi, oggi iniziano i quarti di finale dell’Europeo Femminile.

La prima partita dei quarti mette di fronte Inghilterra e Spagna.

Le leonesse sono chiamate a una grande prova di maturità, dopo aver stravinto il girone eliminatorio con merito provando ad andare fino in fondo in questo europeo casalingo. Di fronte si ritrovano la Spagna che e’ arrivata seconda nel suo girone, ma punta ad andare in fondo per bissare il successo dell’under 19.

La partita parte subito a ritmi intensi, con entrambe le squadre che fanno possesso palla. La prima occasione arriva al 9° quando White salta di testa sugli sviluppi di una punizione di Mead, ma il suo tiro di testa termina largamente fuori. La Spagna risponde al 17° con un tiro da fuori area della Caldentey, tiro potente ma centrale che la Earps blocca senza problemi. La Spagna si rende pericolosa al 20° con un colpo di testa della Guijarro che termina di poco a lato. Spagna che pressa l’area delle leonesse, e subito dopo é Cardona a provarci da fuori area, palla che viene deviata con il corpo dalla Williamson. La prima mezzora è stata di completo appannaggio della Spagna, che ha messo sotto pressione la difesa inglese ma è stata poco precisa sotto porta; Olga e Cardona hanno avito due buone occasioni, ma entrambe le conclusioni sono andate fuori. L’Inghilterra esce dal torpore e trova il gol con White al 35°, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco dell’attaccante del Chelsea. Subito dopo è Hemps a provarci di testa, ma il tiro è fuori misura e termina fuori. Primo tempo che termina con il risultato di 0-0, con la Spagna poco concreta che ha mancato delle occasioni sotto porta, e le leonesse che hanno giocato al di sotto delle aspettative, creando poche occasioni.

Nel secondo tempo si vede un’Inghilterra più aggressiva, con le leonesse che pressano l’area della Spagna. Al 49° White ha una ghiotta occasione con White, che si coordina su un cross di Mead ma cicca la conclusione che termina fuori. Al 51° è la Spagna a passare in vantaggio; bellissima azione di Cardona che si libera di Bronze con un un tunnel e crossa al centro per Gonzalez che si avventa sul pallone come un falco e batte Earps con un preciso diagonale. Vantaggio meritato per le spagnole che nel primo tempo avevano dominato il gioco. L’Inghilterra si butta in avanti alla ricerca del pari, ma è la Spagna ad andare vicina al raddoppio, con un tiro-cross di Cardona sul quale Earps si supera e lo respinge con un prodigioso colpo di reni. Subito dopo é la Daly a provarci da fuori area, ma la conclusione é debole e Panos para senza problemi. Al 75° Hemp si avventa su un rimpallo in area, ma la sua conclusione termina largamente fuori. Ma gli sforzi delle leonesse vengono premiati, e l’Inghilterra trova il pareggio; Hemp crossa in area per la testa di Russo che fa da sponda per la Thorne che in spaccata la mette alle spalle di Panos. Un gol che fa esplodere l’Amex di Brighton e riaccende la partita. Secondo tempo che termina in parità con entrambe le squadre che si giocheranno la semifinale ai supplementari.

Nei supplementari l’ Inghilterra trova subito il vantaggio con Stanway, che recupera palla sulla trequarti e fa partire un missile da 35 metri che si infila imparabilmente all’incrocio dei pali. Inghilterra che adesso gioca con più scioltezza e che completa la rimonta.

La Spagna si rende pericolosa al 104° con un tiro insidioso di Amaiur, palla che termina di poco fuori. Il numero 14 iberico ci riprova al 106°, ma il suo tiro termina fuori di poco. Non succede più nulla con l’Inghilterra che batte la Spagna e accede alle semifinali. Una partita sofferta ma che le ragazze di Wiegman sono state capaci di rimontare.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy