L'esultanza dell'Inghilterra

Kane e Mount. Così, in ordine di segnatura. E l’Inghilterra è balzata al comando del suo raggruppamento. Due partite, sei punti. Bottino pieno. Ma San Marino e Albania sono stati gli avversari affrontati. Una passeggiata al parco la prima. Una corsetta con qualche allungo vicino casa la seconda.

Contano le vittorie nel calcio. E la Nazionale di Gareth Southgate ha approcciato nel migliore dei modi l’avventura che porterà – salvo cataclismi – alla fase finale di Qatar 2022. Ma sul manager continuano a piovere critiche. Ci si lamenta della sua riluttanza nel praticare un gioco offensivo. Vivace e frizzante. Ma ci si può presentare in Albania giocando col 2-1-7? Eppure in campo sono stati schierati, tutti insieme, Foden, Mount, Sterling, Kane. Con Lingaard subentrato nella ripresa. Cos’altro dovrebbe fare Southgate?

Air Albania Stadium
Air Albania Stadium – Photo by England official Twitter

E’ stato stroncato ancora una volta dalla critica. Per la sua troppa cautela. Seppur, a conti fatti, la sua squadra abbia affrontato l’avversario col 4-3-3. Certo, rispettando forse un pò più del dovuto l’avversario di turno. Molto più debole della Nazionale dei Tre Leoni. E’ scesa in campo una squadra interessante, comunque. Dove hanno trovato spazio due terzini di spinta. Walker e Shaw. Col secondo artefice dell’assist vincente per il gol di Kane. Due dei migliori giovani centrocampisti della Premier League, uno dei migliori giocatori del Manchester City e uno degli attaccanti più forti del mondo.

Calma e self-control. L’Inghilterra ha logorato l’avversario prima di colpirlo mortalmente. Due volte. Una per tempo. E poi ha gestito col palleggio un due a zero che non è più stato in discussione. Ci sono stati momenti luminosi di Foden. Anche Mount ad intermittenza ha fatto vedere buone cose. Poi gli strappi di Sterling. Con Kane solito rapace d’area. La pazienza è stata la chiave del successo all’Air Albania Stadium di Tirana. Insomma, la squadra ha un’idea di gioco ben precisa. Nessun senso d’improvvisazione. Eppure, qualche critica è piovuta su Southgate. Phillips e Rice impiegati a centrocampo. Due mediani. Due giocatori con caratteristiche difensive. Contro l’Albania. Apriti cielo. Perchè il manager in Terra d’Albione continua ad essere visto con occhio negativo per la sua volontà di tenere sempre il freno a mano tirato. E non dare sfogo ai cavalli della sua macchina. E’ chiamato non soltanto a far vincere la sua squadra. Ma a farla rendere al massimo. Anche sotto il profilo dell’estetica.

Il gol di Mason Mount
Il gol di Mason Mount – Photo by England official Twitter

Ma ricordiamoci che la Francia campione del Mondo nel 2018 non ha di certo conquistato l’occhio. Southgate deve solo concentrarsi sulla ricerca del giusto equilibrio e continuare a soffocare il rumore. Perchè nel calcio contano le vittorie. Non i moduli. Che sia il 3-3-3, il 4-4-4 o il 5-5-5. Poi come vinci, ci sono modi più o meno belli.

di Andrea Indovino