Brentford

Mahamadou Diarra Tutti lo ricordano nel grande Real Madrid di Fabio Capello che lo acquistò nel 2006 per 26 milioni di euro dal Lione. Alla prima stagione con la maglia dei blancos Diarra vinse subito la Liga spagnola, risultano tra l’altro decisivo all’ultima giornata realizzando una rete contro il Mallorca. Il 27 gennaio 2011 saluto Madrid per approdare nel Prinicpato di Monaco dove vestì la casacca del Monaco, ma solo per sei mesi, infatti dopo la retrocessione del club decise che era il momento di cambiare. Londra e il Fulham erano una buna soluzione e il centrocampista del Mali arriva a Craven Cottage da svincolato, con i Cottagers luci e ombre, 23 presenze e 1 gol in una sfida contro il Bolton. Nell’estate del 2016 approda nell’Ovest di Londra e si aggrega al Brentford con cui gioca il precampionato, ma nonostante la fiducia dell’allenatore Dean Smith, Diarra decide di non rimanere a Griffin Park.

Les Ferdinand Uno dei bomber più prolifici del calcio d’Oltramanica, idolo dei tifosi del Queens Park Rangers e di Loftus Road, che però iniziò a muovere i primi passi nel calcio che conta nel 1987 con la casacca del Brentford. Con la maglia delle Bees collezionò solo tre partite, ma quello fu il trampolino di lancio per l’avventura in Turchia nelle fila del Beşiktaş, che lo avrebbe preparato al grande ritorno a Londra.

Harry Reknapp Allenatore storico, rimasto nel cuore soprattutto dei tifosi del West Ham che ha allenato dal 1994 al 2001 e dei tifosi Spurs (2008/2012) Forse non tutti sanno che nel 1976 fu un giocatore del Brentford, con le Bees giocò una sola partita prima di partire per Seattle per giocare nel campionato statunitense.

Wojciech Szczesny Iniziò la sua avventura da portiere nelle giovanili del Legia Varsavia, ma dopo qualche tempo degli emissari dell’Arsenal ne notarono subito le qualità e lo portarono a Londra. Dalla primavera alla prima squadra con cui giocò dal 2010 al 2015, prima di passare alla Roma e poi alla Juventus. Nel 2009 forse non tutti sanno che Szczesny andò a farsi le ossa a Griffin Park giocando ben 28 partite con la maglia delle Bees.

Marcello Trotta Cresce calcisticamente nel Real Portico, per poi passare nell’ASD Recale e iniziare a mettere in luce le sue qualità. Nel 2004 sbarca sotto il Vesuvio dove milita nella categoria Allievi Nazionali del Napoli. Partita dopo partita Marcello stupisce sempre di più e gli osservatori del Manchester City sondano il terreno per capire se ci siano gli estremi per portarlo in Inghilterra. Dai Citizens al Fulham che lo acquista definitivamente nel 2011. I Cottagers decidono di giralo in prestito prima al Wycombe Wanderes, poi al Watford e successivamente al Brentford (2012). Con la maglia delle Bees, che all’epoca militavano in League One, Trotta conquista una maglia da titolare e realizza 19 reti in 56 presenze. Dopo due anni nell’Ovest londinese Trotta va a giocare a Barnsley, ultima avventura inglese prima di tornare in Italia per giocare con l’Avellino.

Brentford
Marcello Trotta con la maglia del Brentford – Photo by Zimbio.com

di Antonio Marchese