Wembley

E’ il giorno dell’attesa finale della coppa più antica del mondo. A Wembley, nell’edizione n.141 della FA Cup e a 150 anni dalla prima, si sfidano Chelsea e Liverpool. Entrambe le squadre si sono già affrontate in una finale quest’anno: la Coppa di Lega andata ai Reds. Per gli uomini di Klopp l’occasione di prendersi le due coppe nazionali e sognare il primo Quadruple di una squadra inglese. I Blues di Thomas Tuchel vorrebbero alzare il trofeo in una stagione tribolata per le questioni societarie.

Totale equilibrio nel primo tempo

Fischia l’inizio del match l’arbitro Craig Pawson. Partono forte i Reds che impongono sin da subito la loro capacità di gestire il pallone. Al 9′ subito Luis Diaz vicino al gol, ma il suo tiro viene respinto dall’ottimo Mendy. Il Chelsea non sta a guardare e pian piano esce dalla sua tana per rendersi pericoloso in area avversaria. Al 17′ il sinistro di Pulisic in area di rigore sfiora il palo ad Alisson battuto. Prima occasione per i Blues che per poco non aprivano il match. Al 28′ a Marcos Alonso viene negato il gol da un intervento prodigioso di Alisson in uscita. Intorno alla mezz’ora il Liverpool è costretto a rinunciare a Momo Salah, uscito per un problema muscolare: al suo posto il portoghese Diogo Jota. Vengono segnalati 4 minuti di recupero. Al 46′ grande occasione sciupata da Lukaku: il suo sinistro potente finisce alto sopra la traversa da buona posizione. Finisce il primo tempo. Perfetto equilibrio tra Chelsea e Liverpool.

Wembley - Photo by Il Calcio a Londra
Wembley – Photo by Il Calcio a Londra

Solo pali per il Liverpool, traversa di Marcos Alonso per il Chelsea: è sempre 0-0

Si riparte con la seconda frazione di gioco. Questa volta sono i Blues a collezionare sin da subito azioni pericolose. Prima il missile di Pulisic viene respinto da un intervento spettacolare di Alisson. Poco dopo il calcio di punizione battuto da Marcos Alonso si infrange sulla traversa. Nel giro di due minuti rispondono i Reds con un tentativo fuori di poco di Robertson e un tiro di Luis Diaz uscito di pochi centimetri. Il Chelsea risponde con il più ispirato dei suoi, Pulisic, che al 68′ non trova la porta di pochissimo. Nemmeno il tempo di riprendere fiato che Luis Diaz tenta una conclusione potentissima da distanza siderale: pallone che sfiora il palo destro. Il Liverpool cerca in tutti i modi di bucare la porta dei Blues: all’83’ palo di Luis Diaz, decisamente il migliore dei Reds. Passano due minuti e il Liverpool colpisce un altro legno: questa volta è Robertson a trovare il palo. Sono 3 i minuti di recupero. Non succede più nulla. Chelsea e Liverpool andranno ai tempi supplementari.

 

Wembley
Wembley Stadium – Photo by Image by maxopt from Pixabay

Tempi supplementari

Iniziano i tempi supplementari. Le occasioni da gol non sono più frequenti come nei primi 90 minuti. Evidentemente la stanchezza e la tensione stanno facendo la loro parte. Le due squadre, del resto, non vorrebbero rischiare nulla durante i tempi supplementari. Parte anche la girandola dei cambi, necessari dopo più di 90 minuti giocati a ritmi intensi. Dopo un minuto di recupero si chiudono gli extra time. Chelsea e Liverpool vanno ai rigori, così come nella finale di Coppa di Lega giocata il 27 febbraio scorso e vinta dal Liverpool 11-10 Fatale, allora, l’errore dal dischetto del portiere del Chelsea, Kepa Arrizabalaga.

Si va ai calci di rigore

Via ai calci di rigore. Come nella finale di Coppa di Lega, per il Chelsea il primo rigorista è Marcos Alonso. Lo spagnolo spiazza Alisson con un piattone di sinistro. Per il Liverpool il primo sul dischetto è James Milner. Piattone di destro, la tocca Mendy ma non basta: pareggio Reds 1-1. Si presenta Azpilicueta: lo spagnolo apre il piattone ma colpisce il palo. Va ora Thiago Alcantara per il sorpasso: un bacio al palo e palla in porta. Vantaggio Liverpool. Tocca a Reece James per il terzo rigore: con poca rincorsa il tiro è centrale e buca Alisson. Ecco Bobby Firmino: destro del brasiliano, sfiora Mendy ma non basta. Reds vanno sul 3-2. Per il Chelsea si presente Barkley: tiro potente che spiazza Alisson. E’ il turno di Alexander-Arnold: piattone basso e rasoterra, spiazzato Mendy. Ultimo rigorista per il Chelsea è Jorginho. Il numero 5 non trema e segna di interno destro: portiere da una parte e palla dall’altra. Ultimo rigore decisivo: ecco Sadio Manè. Il senegalese tira ma Mendy para. Incredibile: il compagno di squadra in nazionale ferma l’attaccante dei Reds. Si va ad oltranza. E’ il turno di Ziyech per il Chelsea. Il marocchino forte e preciso porta avanti i Blues. Diogo Jota pareggia i conti. Si continua ancora. Mason Mount va sul dischetto: para Alisson, bravo ad intuire la conclusione. Si presenta il greco Tsimikas: il suo sinistro di piatto a fil di palo spiazza Mendy. Festa grande per il Liverpool: è l’ottava FA Cup nella storia dei Reds. Il Liverpool fa il bis di coppe nazionali in questa stagione: dopo la Coppa di Lega, anche la Coppa d’Inghilterra è degli uomini di Klopp.

di Sergio Pace

Privacy Policy