Inghilterra-Svizzera

Male l’esordio. L’Inghilterra parte col piede sbagliato nell’Europeo Under 21. E per una rappresentativa che parte per vincerlo, non è un buon biglietto da visita. Punita da un gol di Ndoye al tramonto del match. Che con un pò d’attenzione in più poteva essere evitato. Meglio il brodino del punto, chiaramente. E invece i ‘piccoli’ Tre Leoni partono con una sconfitta. Tutto sommato anche meritata. Per il bel gioco, e il risultato pieno, bisogna rimandare l’appuntamento al prossimo impegno. Un peccato. Per una squadra che si è presentata in campo con giocatori del calibro di Smith Rowe, Hudson-Odoi, McNeil, Nketiah.

La Svizzera è più pimpante. Sin dall’avvio. Sembra esserci di più con la testa. A differenza degli inglesi. Svagati. Superficiali. Guillemenot e Zeqiri a cavallo del quarto d’ora provano a mettere paura a Ramsdale. Mentre il solo Hudson-Odoi si sbatte per Boothroyd. Con Davies, gioiellino dell’Everton, che va ad intermittenza. Quando è ‘in’ la squadra prova a mettere in campo un’idea di calcio. Quando è in modalità ‘out’, la stessa si sfibra. E perde completamente ogni equilibrio. Male. Nel finale di primo tempo ancora Zeqiri e Godfrey per gli inglesi hanno una buona chance per timbrare il cartellino. Ma la mira in entrambi i casi è errata.

Inghilterra-Svizzera
Inghilterra-Svizzera – Photo by UEFA U21 EURO official Twitter

Boothroyd capisce che la giornata è di quelle impegnative. Perchè la sua squadra non si desta. E l’avversario è di buonissimo livello. Neppure dopo 20′ del secondo tempo gli inglesi danno accenni di vitalità. Con Eze e Jones il manager inglese cerca di dare più forza e fantasia al centrocampo. E con l’ingresso di Brewester più incisività alla fase offensiva. Ma invece ad andare in gol sono gli avversari. Con Ndoye. Al minuto 78. Che sorprende l’intera retroguardia inglese e Ramsdale e consente alla compagine elvetica di esordire col botto nella manifestazione. Reazione timida e assai confusa dopo il cazzotto ricevuto. Tiri verso la porta elvetica: zero.

Un successo che lancia gli svizzeri a tre punti nella classifica del Gruppo D, in attesa della seconda gara del girone, il big match tra Portogallo e Croazia. L’Inghilterra raccogli i cocci di una sconfitta che fa rumore. Per come è arrivata. Squadra molto prevedibile e quasi mai pericolosa. Ci si aspettava di più da questo esordio. Ora è già con le spalle al muro. E non può più sbagliare. In un girone di sole big.

di Andrea Indovino