Eddie Nketiah - Photo by Official account Twitter Arsenal

Uno dei protagonisti dell’ultima partita dei Gunners è il giovane prodotto dell’Accademy dei Gunners Eddie Nketiah. Si tratta di un giovane che si sta prendendo la ribalta, nel periodo in cui il titolare Gabriel Jesus è fuori per infortunio.

Dalle giovanili del Chelsea all’Accademy dei Gunners al debutto in Carabao con il Norwich

Tifoso dei Gunners sin da quando era bambino, entra nell’Accademy dei Gunners dopo essere stato rilasciato senza un preciso motivo dall’Accademy del Chelsea con cui aveva cominciato a dare i primi calci.

Il giovane avrà un’impatto devastante nelle giovanili dei Gunners, segnando gol a raffica che gli valgono la convocazione in prima squadra. Infatti al debuto con i grandi durante una partita di Carabao Cup, diventa decisivo segnando una doppietta decisiva che rimontò di fatto il vantaggio dei canaries di Murphy.

Il prestito al Leeds e il ritorno con i Gunners

Una partita che lo fece conoscere al grande pubblico, e alcuni già vedevano in lui un potenziale campione. Dopo tante convocazioni e panchine durante la gestione Emery, viene prestato al Leeds per fargli fare le ossa.

Con i Whites fa tanto bene che viene richiamato dal neo tecnico Arteta per la seconda parte della stagione, dove debutta ufficialmente e aiuta i Gunners a raggiungere la finale di FA Cup, segnando due reti al Bournemouth e al Portsmouth.

Da un inizio negativo alla risalita con la doppietta contro il Chelsea

Nel secondo anno con i Gunners, il giovane attaccante non riesce a rendere secondo le aspettative con le critiche feroci dei tifosi che non lo ritengono adeguato per giocare con la maglia dell’Arsenal. E’ un periodo che nonostante segni regolarmente con la nazionale under 21 (di cui diventerà l’attaccante più prolifico di sempre con 16 reti, superando un mostro sacro come Alan Shearer), in campionato non riesce a ripetere le stesse prestazioni offerte con la maglia della nazionale giovanile.

A risultato di tutto i suoi canali social, vengono riempiti di commenti a sfondo razzista da tifosi che non sono contenti delle sue prestazioni e che sfogano le loro frustrazioni rimpiendo la rete di improperi a sfondo razzista, stessa sorte capiterà ai suoi compagni di squadra Willock e Nelson.

Quando ormai sembra destinato a finire ai margini della rosa, ecco che comincia la sua risalita. E avviene durante una trasferta con il Chelsea dove il giovane Eddie si libera da tutte le pressioni, da tutti gli insulti a sfondo razzista e dalle paure che lo fanno sentire inadeguato a indossare la maglia dei Gunners contribuendo alla vittoria con una bellissima doppietta personale che festeggia appogiandosi alla bandierina del corner che porta il simbolo della squadra che lo scarto quando era poco più di un adolescente.

 

Ma è una doppietta che gli vale un’amore ritrovato nei confronti dei tifosi Gunners, che ne esaltarono le prestazioni e lui ricambia offrendo al pubblico dell’Emirates cinque gol pesanti che contribuiscono al quinto posto finale con la zona Champions League sfiorata per un tiro di schioppo.

Prestazioni che però gli valgono il rinnovo del contratto e l’assegnazione della maglia numero 14, che storicamente ricorda ai tifosi dei Gunners l’attaccante più prolifico della storia: Thierry Henry.

Eddie Nketiah segna al Chelsea - foto by Eddie Nketiah Twitter
Eddie Nketiah segna al Chelsea – foto by Eddie Nketiah Twitter

2022/2023: Inizia la consacrazione

La stagione seguente possiamo considerarla come la stagione della consacrazione, con Eddie che nonostante l’ombra di un’attaccante come Gabriel Jesus comincia a mostrare progressi con delle prestazioni all’altezza della maglia che indossa. Le sue prestazioni che raggiungono il culmine in questa parte di campionato quando Gabriel Jesus che è stato vittima di un infortunio durante i mondiali in Qatar. Eddie che ormai sta per maturare a livello calcistico, prende in mano e redini dell’attacco della squadra e offre delle prestazioni eccellenti. Prestazioni che hanno raggiunto il culmine recentemente, con la sua doppietta che ha regalato una vittoria in rimonta ai Gunners all’ultimo secondo contro il Manchester United. Uno dei due gol è stato realizzato con un tacco volante che sorprende un mostro sacro come David De Gea.

Eddie Nketiah - Photo by Official account Twitter Arsenal
Eddie Nketiah – Photo by Official account Twitter Arsenal

Un gol che riconcilia definitivamente Eddie con i tifosi dell’Arsenal che domenica hanno finalmente scoperto e ammirato le qualità tecniche del giocatore che sembra destinato a un futuro brillante con indosso la maglia di una leggenda come Thierry Henry.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy