Selhurst Park, stadio del Crystal Palace - Photo by Il Calcio a Londra

Quattordicesima giornata di Premier League casalinga per le Eagles, che accolgono al Selhurst Park i Saints provenienti da Southampton. Il Mister di casa chiede alla sua squadra, alla quale riconosce gli sforzi e l’impegno quotidianamente profusi per raggiungere gli obiettivi prefissi, di riprendersi dalla sconfitta di sette giorni fa: con questo intento Patrick Vieira manda in campo i suoi schierati in un inconsueto 4-1-4-1 con Odsonne Édouard in posizione più avanzata e, subito dietro di lui, Wilfried Zaha, Eberechi Eze, Jeffrey Schlupp e Michael Olise; in difesa Joel Ward, nel giorno del suo trentatreesimo compleanno. Ralph Hasenhüttl opta invece per un 4-2-4-2 che vede all’opera da subito Joe Aribo e Che Adams in attacco con, immediatamente dietro, il sostegno di Stuart Armstrong, Ibrahima Diallo, James Ward-Prowse e Mohamed Elyounoussi. Tra i pali Vicente Guaita, da una parte e il ventenne Gavin Bazunu, dall’altra. Arbitra Michael Salisbury.

Primo tempo

I primi dieci minuti vedono le due squadre impegnate a studiarsi ed è solo al 10’ che si ha il primo evento degno di nota, quando il portiere dei Saints respinge il destro che, su assist di Schlupp, Luka Milivoiević indirizza verso la porta avversaria. Per più di dieci minuti si alternano in maniera equilibrata i tentativi di entrambe le squadre di andare a segno, ma manca un po’ di decisione. Al 23’ è ancora il Crystal Palace a mettere in atto quanto meno un tentativo che impegna Bazunu nel respingere il sinistro di Olise. Al 31’ i primi ammoniti della partita, uno per parte: Zaha e Lyanco. Al 36’ sono di nuovo le Eagles a provarci, con un colpo di testa di Joachim Andersen parato dal portiere dei Saints. E al 38’ tutti gli sforzi finora perpetrati da parte dei padroni di casa vengono premiati con il gol di Édouard su assist di Tyrick Mitchell. Al 40’ il primo intervento di Guaita, chiamato a respingere il sinistro di Romain Perraud. Subito dopo viene ammonito Mohammed Salisu del Southampton. Al 45’ ancora Perraud va a infastidire Guaita, nuovamente costretto a respingere e poco dopo ecco che l’arbitro Salisbury estrae un altro cartellino giallo, per Elyounoussi dei Saints. Dopo la sostituzione di Diallo con Ainsley Maitland-Niles per il Southampton e dopo tre minuti di recupero, il primo tempo si chiude sul risultato di 1-0.

Selhurst Park, stadio del Crystal Palace - Photo by Il Calcio a Londra
Selhurst Park, stadio del Crystal Palace – Photo by Il Calcio a Londra

Secondo tempo

Al 51’ Bazunu è impegnato a respingere il sinistro di Olise su assist di Eze e dopo due soli minuti è il turno di Guaita, che para prima il destro di Adams, su assist di Ward-Prowse e poi anche il sinistro di Armstrong, su assist di Salisu. Si fa ora insistente la carica del Southampton, con Adams che al 54’ viene respinto dal portiere delle Eagles e poi con il palo colpito da Armstrong al 60’. Al 61’per il Crystal Palace viene ammonito Édouard e due minuti dopo Jordan Ayew prende il posto di Eze. Si susseguono dieci minuti concitati, dal ritmo incalzante e con azioni interessanti da entrambe le parti. Al 74’ doppio cambio nelle fila dei Saints: Samuel Edozie (classe 2003) e Moussa Djenepo prendono rispettivamente il posto di Elyounoussi e di Perraud. Un minuto dopo, per le Eagles, Will Hughes entra in sostituzione di Édouard. Al 78’ il portiere di casa para il sinistro di Aribo su assist di Edozie. All’82’ il cartellino giallo coglie Mitchell del Crystal Palace. Ulteriori cambi per entrambe le squadre all’86’: per le Eagles entra Jairo Riedewald al posto di Olise e per i Saints Sékou Mara (classe 2002) prende il posto di Armstrong. Dopo cinque minuti di recupero la squadra di casa tira un sospiro di sollievo e torna negli spogliatoi soddisfatta di questo 1-0.

di Laura De Bernardi

Privacy Policy