Tottenham Hotspur Stadium, stadio del Tottenham Hotspur - Photo by Il Calcio a Londra

La 25° giornata di Premier League è andata in archivio. Nell’ultimo weekend è stata rinviata solo Chelsea-Arsenal, con i Bues impegnati e usciti vincitori dal Mondiale per Club negli Emirati Arabi. Un punto a testa per Brentford e Crystal Palace nella gara giocata al Community Stadium. Il West Ham di David Moyes è riuscito a strappare un punto al 91′ al King Power Stadium contro il Leicester. Chiudiamo con il Tottenham di Antonio Conte che ha raccolto la terza sconfitta consecutiva in campionato, l’ultima in casa contro il Wolverhampton.

Chelsea-Arsenal rinviata per il Mondiale per Club dei Blues, pareggio a reti bianche tra Brentford e Crystal Palace

In questo 25° turno di Premier non hanno giocato Chelsea e Arsenal. O meglio, i Blues di Thomas Tuchel sono scesi in campo in occasione del Mondiale per Club disputato negli Emirati Arabi. Il 9 febbraio il Chelsea ha battuto l’Al-Hilal Saudi grazie al gol di Romelu Lukaku. Tre giorni dopo è andata in scena la finale contro il Palmeiras di Abel Ferreira. Una gara non scontata e semplice per i londinesi, andati in vantaggio al 54′ ancora con Lukaku. Dieci minuti dopo è arrivato il pareggio su rigore di Raphael Veiga. Sono stati necessari i tempi supplementari per decretare la vittoria del Chelsea, arrivata al 117′ grazia al rigore di Kai Havertz. Si tratta della prima Coppa del Mondo per Club per il Chelsea, dopo aver perso la finale contro il Corinthians dieci anni fa.

Brentford e Crystal Palace non si sono fatte male, raccogliendo un punto ciascuno nella gara del Community Stadium. Un pareggio che consente ad entrambe le squadre di mantenere una discreta distanza dalla zona rossa. Bello il momento in cui Christian Eriksen è entrato nel rettangolo verde per raccogliere gli applausi e il saluto dei suoi nuovi tifosi nella sua nuova casa. Manca poco e rivedremo il danese nuovamente giocare. I tifosi delle Bees non aspettano altro.

Il West Ham pareggia in extremis e mantiene la quarta posizione. Il Tottenham di Conte perde ancora

Al King Power Stadium si sono affrontati Leicester e West Ham. Una gara ricca di gol ed occasioni. In vantaggio gli Hammers al 10′ con Jarrod Bowen, le Foxes hanno ribaltato il risultato portandosi avanti con il rigore al 45′ di Tielemans e poi al 57′ con la rete di Ricardo Pereira. Un secondo tempo che sembrava in controllo dei padroni di casa fin quando è arrivato allo scadere il pareggio degli uomini di Moyes: al 91′ Craig Dawson ha superato Schmeichel e regalato un punto insperato ai suoi. Un risultato importante e che dà fiducia alla squadra di Moyes, che mantiene ancora la quarta posizione (41 punti) che vuol dire Champions League. Occhio, però, alle inseguitrici dietro: Manchester United 40 punti (una partita in meno rispetto al West Ham), Arsenal 39 punti (tre partite in meno), Wolverhampton 37 punti (due partite in meno) e Tottenham 36 punti (tre gare in meno) se la giocheranno fino all’ultimo.

Momentaccio per il Tottenham di Antonio Conte che, con il tonfo casalingo di ieri contro i Wolves, colleziona la terza sconfitta consecutiva in Premier (le altre due contro il Chelsea allo Stamford Bridge e contro il Southampton in casa). Gli uomini di Bruno Lage hanno praticamente chiuso la pratica nei primi 18 minuti di gioco, con i gol di Raùl Jimenez (6′) e di Dendoncker (18′). Con la sconfitta subita gli Spurs sono stati scavalcati proprio dai Wolves. L’obiettivo Champions League è ancora alla portata (5 punti da recuperare al West Ham ma con 3 gare in più da giocare). Gli Spurs ci credono eccome, anche se Conte vorrebbe lottare per altri obiettivi Queste le sue parole dopo la sconfitta di ieri: “Per me è sempre difficile parlare di quarto posto, dell’Europa League o della Conference League. Io sono abituato a lottare e competere per ben altri traguardi. Sappiamo che qui c’è da lavorare e lottare per fare il nostro meglio fino alla fine“.

A cura di Sergio Pace

 

 

 

Privacy Policy