E’ tempo di recuperi in Championship. E si gioca Luton-QPR, nella splendida cornice di Kenilworth Road. Gara che ha un sapore romantico, per il ritorno nell’ovest di Londra di Charlie Austin, dopo le esperienze al Southampton ed al West Bromwich.

E l’attaccante classe ’89 impiega 39′ prima di andare a segno e sbloccare una partita sino a quel momento tutto sommato equilibrata. Gioia incontenibile per Austin che bagna con un gol l’esordio 2.0 con gli Hoops. Si va al riposo con il vantaggio di una rete in favore del QPR, che nella ripresa si difende con ordine controllando abbastanza agevolmente la reazione dei padroni di casa. Che si avvicinano alla segnatura solo in due occasioni, con Potts e Dewsbury-Hall. In entrambe le circostanze gli attaccanti del Luton peccano di cinismo sotto porta.

Quando l’1-0 sembra essere il risultato definitivo, ecco che i londinesi sfruttano un azione di contropiede per rendere più rotondo il successo: il gol del 2-0 lo realizza Bonne con un destro preciso dal centro dell’area che non lascia scampo al portiere del Luton Sluga.

Il QPR conquista tre punti pesanti, che servono ad allontanare i richiami scabrosi della zona retrocessione. Per il Luton, invece, arriva una sconfitta interna che non consente agli Hatters di fare un balzo in avanti in classifica, e mettere nel mirino le squadre che occupano le ultime posizioni playoff.

di Andrea Indovino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *