QPR - Fulham (sabato 2 agosto 2021) - Photo by Il Calcio a Londra

La doppia vittoria arrivata in settimana ha lanciato QPR e Millwall nelle zone altissime della classifica e nella 17esima giornata di Championship le due londinesi vogliono proseguire nel loro rullino di marcia. Gli Hoops capolisti scendono in campo in casa ospitando un Wigan in grossa difficoltà mentre i Lions ricevono il West Brom, ancor più in difficoltà al penultimo posto in classifica.

QPR 2-1 Wigan

Continua a guidare la classifica il QPR che non si ferma e batte anche il Wigan, alla terza sconfitta consecutiva. A Loftus Road gli Hoops mettono le mani sul risultato nei primi quarantacinque minuti: a sbloccare il risultato è Field al 12′ con una bella girata di sinistro sugli sviluppi di un corner. Il Wigan pareggia subito però al 22′ con Broadhead che di collo pieno infila Dieng dal limite dell’area di rigore. Il nuovo vantaggio, e definitivo, del QPR non tarda ad arrivare con l’incornata vincente di Balogun al 24′ che vale il 2-1 definitivo per i suoi.

Altri tre punti per il QPR che sale a 30, sempre in vetta ma tallonato dal Blackburn che tiene il passo degli Hoops ma con una gara in più. Crisi sempre più nera per il Wigna che invece perde la terza gara consecutiva e scivola al 19esimo posto.

Millwall 2-1 WBA

Dopo un avvio altalenante il Millwall non si ferma più e porta a casa la quarta vittoria consecutiva. I Lions dimostrano grande tenacia e vincono in rimonta sul West Brom che è ora penultimo in classifica. Gli ospiti passano al 20′ con il gol di Swift, pareggiato prima della fine del primo tempo da Styles che in mischia mette in porta l’1-1. Nella ripresa i ragazzi di Rowett spingono a caccia del sorpasso, giocano gli ultimi 5′ con un uomo in più per l’espulsione di Bartley e al 90′ arriva il 2-1 finale con il piazzato di Burey.

Sono 26 i punti in classifica per il Millwall che sale a al 5° posto in classifica, lasciandosi alle spalle definitivamente il periodo complicato e mettendo nel mirino i cugini del QPR che distano solamente 4 punti.

di Giorgio Freschi

Privacy Policy