St. James' Park, stadio del Newcastle United - Photo by Twitter.com

Terzo turno di English Football League Cup (Carabao Cup) e seconda delle tre partite in programma in sette giorni per il Crystal Palace, questa sera in trasferta presso il St. James’ Park, stadio del Newcastle United. Dopo la vittoria fuori casa di sabato contro il West Ham, Patrick Vieira confida in un’altra buona performance del suo undici, a cui chiede di non abbassare la guardia e di continuare ad impegnarsi al massimo. Una sfida alata quella che questa sera vede contrapporsi Magpies e Eagles schierate rispettivamente con un 4-3-3 e con un 3-5-2. Eddie Howe fa affidamento su Allan Saint-Maximim, a cui affianca Chris Wood e il ventenne Elliot Anderson; con loro in campo da subito anche Jonjo Shelvey e Joelinton. Vieira affida invece l’attacco a Jordan Ayew e a Jean-Philippe Mateta, con il sostegno di Tyrick Mitchell, Luka Milivojeić e Michael Olise; in porta Nick Pope, da una parte, e Sam Johnstone, dall’altra. Arbitra Graham Scott.

Primo tempo

Dopo una decina di minuti dedicati per lo più allo studio dell’avversario con ricorso a voli rasoterra, in cerchi concentrici e dal basso profilo, ecco che il Crystal Palace alza la cresta con James Tomkins al 10’ e con Mateta un minuto dopo, ma entrambi i tentativi terminano di poco alti sopra la traversa. Al 22’ il primo intervento serio del portiere del Newcastle, impegnato a parare un sinistro di Mateta. Al 30’ arriva la prima risposta concreta dei padroni di casa, con un sinistro di Anderson su assist di Sean Longstaff, parato da Pope. Dopo due soli minuti sono ancora le Magpies a provarci, con un tiro dalla distanza di Shelvey che finisce fuori di poco. Al 39’ il primo ammonito della partita è Anderson del Newcastle, seguito, dopo una manciata di minuti, da Milivojeić del Crystal Palace. Questo poco entusiasmante primo tempo termina sul risultato di 0-0.

St. James' Park, stadio del Newcastle United - Photo by Twitter.com
St. James’ Park, stadio del Newcastle United – Photo by Twitter.com

Secondo tempo

I padroni di casa tornano in campo agguerriti e partono subito alla carica, al 46’, con il destro di Chris Wood che richiede una parata da parte di Johnstone. Gli ospiti non si lasciano intimorire e Ayew al 50’ si fa notare con un tiro di destro che però finisce di poco alto sopra la traversa. Al 54’ un tiro di testa di Anderson viene respinto dal portiere delle Eagles che, un minuto dopo, si vede costretto a parare un altro tiro di testa, questa volta da parte di Dan Burn. Per una decina di minuti si alternano azioni aggressive da una parte e dall’altra, senza tuttavia che qualcuno riesca a sbloccare il risultato. Al 66’ ben tre cambi nelle fila del Newcastle: Javi Manquillo, Burn e Longstaff cedono il posto rispettivamente a Kieran Trippier, Sven Botman e Bruno Guimarães. Altri cambi al 78’: nelle fila delle Eagles Jairo Riedewald e Malcom Ebiowei danno il cambio ad Ayew e a Olise; mentre Miguél Almiron sostituisce Anderson nelle fila delle Magpies e parte subito all’attacco sferrando un sinistro verso Johnstone, che para prima questo colpo e dopo due soli minuti para anche il destro di Saint-Maximin. Quasi allo scadere di questo secondo tempo movimentato, Howe manda in campo Joseph Willock al posto di Shelvey. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Scott fischia la fine dei tempi regolamentari e si passa ai calci di rigore.

Calci di rigore

Comincia il Newcastle e il primo a posizionarsi sul dischetto è Chris Wood che va a segno con un destro che termina di poco sotto la traversa. Per il Crystal Palace è il turno di Milivojeić, che spreca la sua occasione e si fa parare. Trippier raddoppia e Will Hughes va a segno anche per le Eagles. Joelinton, da una parte e Joel Ward, dall’altra, non sbagliano. Johnstone para il sinistro di Botman e subito dopo Pope para il destro di Mateta. Guimarães sbaglia e il suo destro termina alto sopra la traversa. Con Ebiowei che si fa parare dal portiere di casa, il Crystal Palace regala la vittoria al Newcastle United.

di Laura De Bernardi

Privacy Policy