James

Tra Luton e Watford

Questa è la storia di un portiere che in Inghilterra ha fatto parlare di se per circa 26 anni: David James. Originario dell’Hertfordshire, David nonostante il suo tifo per il Luton, viene ingaggiato dal Watford con il quale fa il debutto nei professionisti, dopo aver brillato nelle giovanili vincendo la FA Cup giovanile.

David James con la maglia del Watford – foto by Football Memories – Twitter

 

Liverpool

I suoi campionati ad alto livello con le Hornets gli valgono la chiamata di una squadra prestigiosa come il Liverpool. Con i Reds si fa conoscere non solo per le sue prestazioni in campo, ma anche per quelle fuori dal campo dove insieme ai compagni di squadra Steve McManaman, Jamie Redknapp, e Robbie Fowler solevano girare per locali, tanto da beccarsi il soprannome di “Spice Boys” in parallelo con il piu’ famoso gruppo Pop femminile che spopolava in quegli anni.

 

Calamity James

A David fu anche affibbiato il soprannome “Calamity” per le sue abilita’ seduttive e per la sua bellezza che era un misto britannico/giamaicano. Per il suo aspetto fisico infatti venne chiamato occasionalmente per alcune pubblicita’ di moda; in particolare David ha posato come modello per Giorgio Armani e H&M.  Nonostante i gossip che giravano su di lui fuori dal campo, David con i Reds vincera’ una Coppa di Lega nel 1995 (Il Liverpool battera’ in finale per 2-1 il Bolton con una bella doppietta di McManaman).

Nazionale

Le sue prestazioni con i Reds gli valgono la convocazione di Glenn Hoddle per la nazionale inglese, che allora era in cerca di un buon portiere che potesse affiancare Seaman. David restera’ nel giro della nazionale per almeno 15 anni, anche se non sempre e’ partito titolare (infatti debuttera’ ai mondiali del 2010 all’età di 39 anni, e verrà considerato il debuttante piu’ anziano della competizione internazionale).

Birmingham

Dopo l’avventura dei Reds si trasferì a Birmingham dove vestirà la casacca dell’Aston Villa. Con i Villans sara’ protagonista della scalata fino alla finale della FA Cup, parando il rigore decisivo nella semifinale contro il Bolton (James era considerato uno specialista nel neutralizzare i tiri dagli undici metri. Una specialita’ acquisita non solo tramite allenamenti specifici, ma anche attraverso studi di psicologia sportiva).

 

Un lungo girovagare

Per i Villans pero’ i sogni di vittoria si sono spenti in finale perdendo con il Chelsea per 1-0 (partita in cui fu decisivo il gol dell’italiano Di Matteo). Dopo l’Aston Villa viene ceduto al West Ham dove purtroppo dopo una prima stagione ad alti livelli, con il West Ham che arrivo’ settimo a un passo dalla Coppa Uefa, ella sua seconda stagione non riece a evitare la retrocessione degli Hammers. James si trasferira’ al Manchester City, e nel finale della stagione 2004/05 avvenne un fatto abbastanza curioso. Nell’ultima partita di campionato decisiva per l’accesso alla Coppa Uefa contro il Middlesbrough, l’allora tecnico dei Citizens Stuart Pearce decise di sostituire il centrocampista Claudio Reyna con il portiere Nicky Weaver, e decise di mandare James in attacco.

David James gioca in attacco con la maglia del city – Foto by Duncan Alexander – Twitter

 

Una mossa curiosa e insolita che sembro’ dare i suoi frutti, quando all’ultimo minuto proprio per un fallo su James viene concesso un rigore al City. Robbie Fowler si incarico’ della battuta ma si fece ipnotizzare da Mark Schwarzer che gli paro’ il rigore, e la qualificazione alla Coppa Uefa sfumò.

 

Memorabilia

Fu anche un anno che colpì James sul piano familiare, perche’ divorzio’ dalla moglie. Un divorzio che ebbe delle ripercussioni economiche con il portiere che ando’ in bancarotta, e per pagare le spese del divorzio fu costretto a vendere la maggior parte dei suoi memorabilia che includevano una vasta collezione di maglie scambiate con i suoi avversari, le sue auto e tanto altro. Dopo il divorzio per stare vicino ai suoi figli accetto’ l’offerta del Portsmouth, che gli offri un bel contratto. Nella citta’ marina inglese James vivra’ una seconda giovinezza, e vincera’ la sua seconda FA Cup della carriera (In finale il Portsmouth sconfisse il Cardiff per 1-0, grazie alla rete di Kanu).

 

Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico

Dopo il Portsmouth James chudera’ la sua carriera giocando con il Bristol City, il Bournemouth e due squadre estere: l’ÍBV (Islanda) e il Kerala Blasters (India). James oltre il calcio da sempre coltiva la passione per l’arte, ed e’ un ottimo pittore che spesso mette i suoi lavori all’asta a scopo benefico, come i compensi per i suoi articoli sull’arte che scrive per il giornale “The Observer“. Da molti anni e’ impegnato con le opere benefiche in favore della popolazione del Malawi, e delle Olimpiadi speciali di cui e’ ambasciatore. Opere benefiche per le quali è stato nominato Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico. David James un portiere-artista dal cuore d’oro.

Di Alberto Zingales