Villa Park Aston Villa - Photo by Twitter.com

Il Crystal Palace è in trasferta al Villa Park di Birmingham per incontrare l’Aston Villa, rivale sempre insidioso e complicato da affrontare, soprattutto fuori casa. Patrick Vieira, che ha guidato in maniera egregia il suo undici per tutto il campionato, desidera ardentemente chiudere la stagione posizionandosi tra i primi dieci: lo scarto è di una sola posizione e ci sono ancora tre partite, compresa quella odierna. La squadra di casa è in dodicesima posizione e Steven Gerrard sceglie di mandare in campo i Villans con un 4-3-1-2 che vede in attacco Danny Ings e Ollie Watkins con Philippe Coutinho appena dietro di loro; in campo da subito anche Marvelous Nakamba e Matty Cash. Vieira per le Eagles sceglie un 4-2-3-1 che schiera Jean-Philippe Mateta in posizione più avanzata, seguito dal tridente Wilfried ZahaConor GallagherEberechi Eze; tra i pali ancora Jack Butland. Arbitra Chris Kavanagh.

La partita

Il primo evento (negativo) da segnalare è un cartellino giallo per Tyrone Mings dell’Aston Villa, al 9’, seguito al 14’ da un altro giallo, per Conor Gallagher. I primi 25 minuti di gioco vedono i padroni di casa costretti a difendersi dai continui e numerosi attacchi perpetrati dalle Eagles con Eze, Gallagher, Mateta, Marc Guéhi, Zaha e Joachim Andersen. È solo dopo il 30’ che i Villans cominciano forse a entrare in gioco senza tuttavia riuscire a mettere in atto alcun intervento degno di nota. Il Crystal Palace continua imperterrito a impegnare la difesa dell’Aston Villa senza però riuscire ad andare a segno: così, dopo due minuti di recupero, il primo tempo termina sul risultato di 0-0.

Villa Park Aston Villa - Photo by Twitter.com
Villa Park Aston Villa – Photo by Twitter.com

Le Eagles tornano in campo con un assetto rivisto e corretto che vede Zaha e Mateta in attacco ed Eze in posizione leggermente più arretrata, al fianco di Gallagher e di Luka Milivojević. Al 50’ Steven Gerrard chiede il primo cambio e schiera Calum Chambers al posto di Ezri Konsa. Al 65’, uno dietro l’altro, Tyrick Mitchell e Gallagher impegnano Emiliano Martinez. Al 66’ per i Villans entra il ventenne Jacob Ramsey al posto di Nakamba. Al 69’ i padroni di casa passano in vantaggio con un destro di Watkins su assist di Lucas Digne e subito dopo Emiliano Buendía prende il posto di Ings. Vieira, alla disperata ricerca di una vittoria, al posto di Mateta manda in campo Odsonne Édouard (subito ammonito) nonché Christian Benteke e Jeffrey Schlupp in sostituzione rispettivamente di Milivojević  e di Eze: e la scelta del mister delle Eagles sembra quella giusta, visto che all’81’ è proprio Schlupp, su assist di Guéhi, a segnare il gol dell’1-1. Ma i Villans non intendono mollare e partono alla carica con Buendía, Watkins e Coutinho. Partita combattuta fino alla fine: all’89’ (dopo un cartellino giallo anche per Cheikhou Kouyaté) Gallagher va alla ricerca del gol, ma il suo sinistro è parato da Emiliano Martínez; negli ultimi minuti di gioco Butland è impegnato a parare prima un insidioso sinistro di John McGinn e poi ancora un destro di Douglas Luiz. Dopo sei minuti di recupero la partita termina sul risultato di 1-1.

di Laura De Bernardi

Privacy Policy