Emirates Stadium Arsenal - Photo by Il Calcio a Londra

L’Arsenal di Arteta quest’anno ha avuto un’impatto con la stagione davvero forte, frutto di quattro vittorie consecutive. Mikel Arteta in questi suoi due anni e mezzo nella panchina dei Gunners ha avuto il tempo di poter plasmare la squadra a sua immagine e somiglianza, che sta facendo rinnamorare i tifosi dopo i disastri del post Wenger.

Arsenal - Leicester 13 agosto 2022 - Photo by Il Calcio a Londra
Arsenal – Leicester 13 agosto 2022 – Photo by Il Calcio a Londra

Siamo ancora alla quarta giornata di questo campionato di Premier League, ma le premesse per fare una stagione importante ci sono tutte. Le quattro vittorie nonostante siano arrivate con avversari alla portata dei Gunners, non sono frutto del caso e possono essere considerate come l’anteprima di una stagione ad alti livelli.

Dopo due anni e mezzo si vede un’Arsenal completamente stravolto, con tutte le pedine al posto giusto e la panchina che fornisce cambi all’altezza per i Gunners. La cosa bella da vedere è che è una squadra che non molla mai, e come nelle partite contro Leicester e Fulham dopo che ha subito il gol, ha mostrato carattere e attributi trovando la rete dopo pochi minuti.

La prossima partita vedrà i Gunners affrontare un’avversario ostico come l’Aston Villa di Gerrard, e un ulteriore vittoria potrebbe dare più spinta e più confidenza in attesa del primo big-match della stagione in casa del Manchester United, che sarà il primo test serio per verificare se la squadra può restare a lungo nelle posizioni di alta classifica.

La forza di questa squadra è stata data anche da buone campagne acquisti, che quest’anno hanno visto l’arrivo di Gabriel Jesus e Zinchenko. Si tratta di due pedine importanti che hanno già vinto la Premier League da protagonisti, e che Arteta conosce bene visto che li ha potuti allenare durante la sua esperienza da vice-allenatore nel Manchester City di Guardiola.

Premier League Crystal Palace Arsenal 5 agosto 2022 - Photo by Il calcio a Londra
Premier League Crystal Palace Arsenal 5 agosto 2022 – Photo by Il calcio a Londra

Oltre questo ricordiamo anche le precedenti campagne acquisti dove sono arrivati giocatori come Gabriel, White, Ramsdale, Tierney, Saliba e Tomiyasu che hanno risistemato la difesa, che da sempre è stata il tallone di Achille della squadra del nord di Londra.

Ma soprattutto l’acquisto che ha davvero dato qualità ai Gunners è Martin Ødegaard, un talentuoso centrocampista arrivato dal Real Madrid che nonostante la giovane età vanta già più di 50 presenze a livello internazionale con la nazionale norvegese. Questo può essere considerato come un’aggiunta di qualità e di maturità, tantochè Arteta ha deciso di dargli la fascia da capitano.

Martin Odegaard con la maglia dell'Arsenal - Photo by official Twitter Arsenal
Martin Odegaard con la maglia dell’Arsenal – Photo by official Twitter Arsenal

Merito di queste aggiunte è anche il direttore sportivo Edu, che dopo l’esperienza vincente in Brasile si è buttato a capofitto in questa nuova avventura londinese e ha creato un bel mix di giovani di prospettiva che sta cominciando a raccogliere i suoi frutti.

Dopo tanto tempo nel nord di Londra si respira un’aria diversa e la squadra non vuole accontentarsi. Durante le partite si nota molto la compattezza del gruppo squadra che da la sensazione di non accontentarsi, e che vuole recuperare quella qualificazione in Champions League sfuggita l’anno scorso per poco. Qualificazione che quest’anno sembra proprio alla portata deli Gunners, che gia dalla prossima partita contro i Villans vogliono continuare a sorprendere.

Di Alberto Zingales

 

Privacy Policy