Emirates Stadium Arsenal - Photo by Il Calcio a Londra

Dopo la vittoria esterna contro il Crystal Palace, per l’Arsenal arriva la prima partita casalinga dell’ stagione. I Gunners affrontano il Leicester che è reduce dal pareggio casalingo contro il Brentford.

Entrambe le squadre partono a ritmo altissimo, e sono le Foxes ad avere la prima occasione con Castagne ma il suo tiro ravvicinato trova Ramsdale che blinda la porta e respinge la conclusione dell’attaccante delle Foxes. La replica dell’Arsenal non tarda ad arrivare, con Gabriel Jesus che salta di testa su un cross di Saka, con il pallone che termina di poco alto. Il fantasista inglese subito dopo la mette in mezzo per Martinelli che colpisce di testa, ma sul tiro si oppone Ward che respinge e sulla respinta si avventa Xhaka che però alza troppo la mira con il pallone che termina alto. I Gunners passano in vantaggio al 23° con Gabriel Jesus che riceve palla in area e lascia partire una parabola imprendibile che si infila all’incrocio dei pali. È il gol che sblocca la partita con Gabriel Jesus che segna il suo primo gol della stagione davanti al suo nuovo pubblico. L’attaccante carioca non si fa, e al 35° si avventa su una sponda di un angolo calciato da Saka e di testa devia in porta. Gol che vale il raddoppio per i Gunners e la doppietta personale dell’attaccante brasiliano. Gabriel Jesus sembra non volersi fermare e crea scompiglio in area, quando prende palla e si libera di due avversari con una finta ma al momento della conclusione tira addosso a Ward che gli nega la doppietta personale. Nei minuti finali viene concesso un rigore alle Foxes per un fallo di Ramsdale su Vardy, ma l’arbitro viene richiamato dal Var e dopo aver rivisto il contatto cambia idea e annulla la sua decisione. Primo tempo che si conclude con i Gunners in vantaggio per 2-0, con gli uomini di Arteta assoluti dominatori del gioco.

Il secondo tempo si apre con il Leicester che accorcia le distanze con Gabriel che nell’anticipare Vardy devia accidentalmente nella sua porta. La partita si riapre, ma non c’è nemmeno il tempo di allacciarsi le scarpe che i Gunners segnano il terzo gol con Xhaka, che si avventa sulla respinta di Ward e mette il pallone in porta con un tiro dall’interno dell’area. Gunners che hanno reagito alla grande e hanno rimesso la partita in carreggiata. Al 67° Gabriel Jesus si fa vedere in area con un diagonale velenoso, che non inquadra la porta di poco. Il Leicester risponde con un tiro ravvicinato di Maddison sul quale Saliba si oppone con il corpo salvando sulla linea. E il preludio al gol che arriva subito dopo, con Maddison che stavolta si fa trovare pronto, e mette il pallone alle spalle di Ramsdale con un preciso tiro al volo. Subito dopo Martinelli prende palla dal limite dell’area, e lascia partire un diagonale che si infila dove Ward non può arrivare. Un gol che rimette i Gunners in doppio vantaggio, e subito dopo Gabriel Jesus potrebbe chiuderla subito dopo, ma fa pochi passi spreca mandando il pallone fuori. All’89° il neo-entrato Nketiah fa partire un diagonale insidioso da posizione defilata con Ward che si oppone con una parata di istinto.

Partita che termina con la vittoria dei Gunners, che battono il Leicester per 4-2 e ottengono la seconda vittoria consecutiva. Una buona partenza che fa ben sperare i tifosi presenti all’Emirates che sperano nel ritorno dell’Arsenal in Champions League.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy