Photo by il Calcio a Londra

Continua la lotta per un posto in Champions League per i Gunners, che oggi affrontano il Leeds che cerca punti all’Emirates per consolidare la salvezza. L’Arsenal conferma la stessa formazione che ha vinto con il West Ham, con il rientro di Tomyasu che prende il posto di Tavares.

Dopo cinque minuti i Gunners passano in vantaggio, con Nketiah che approfitta di un retropassaggio errato di un difensore del Leeds e con un colpo sotto batte Meslier in disperata uscita disperata. Il giovane Gunners si ripete all’11° quando riceve un cross di Martinelli, e con una girata di prima batte Meslier per il gol del 2-0. Una partenza devastante dei Gunners che mettono il Leeds alle corde, con due colpi sonanti del giovane attaccante di origini ghanesi. I Gunners vanno vicini al 3-0 al 22° con Odegard e Cedric, con il primo che si vede respinto il pallone sulla linea, e il secondo che si avventa sulla respinta che calcia alto. Subito dopo ci prova Saka con un tiro da fuori area, ma la sua conclusione termina la corsa sul palo. La voglia di gol dei Gunners si fa sentire con Martinelli e Odegard che mettono alla prova la reattività di Meslier, che respinge entrambe le conclusioni e limita il passivo dei gol subiti. Primo tempo che si conclude con i Gunners in vantaggio per 2-0, ma avrebbero meritato di segnare più gol per la mole di occasioni create.

Nell’intervallo vi è stata una passerella dei giocatori dell’Arsenal che nel 1971 vinsero il campionato e la FA Cup realizzando il Double.

La ripresa segue la falsa riga del primo tempo, con l’Arsenal alla ricerca del terzo gol e il Leeds che cerca di limitare i danni. Martinelli spreca due occasioni, mandandole entrambe fuori. Odegard ci prova con un tiro dall’interno dell’area che viene respinto da Meslier. Al 66° si riapre la partita con Llorente, che raccoglie un rimpallo in area da un’azione d’angolo e infila Ramsdale con un diagonale dall’interno dell’area. La partita si riaccende, ma sono i Gunners a rendersi pericolosi con Odegard, con un diagonale che termina di poco a lato. Il centrocampista norvegese ci prova all’84° su punizione, ma il tiro è debole e Meslier para. Nei minuti finali Rodrigo ci prova con un colpo di testa, ma è debole e Ramsdale blocca senza problemi. Partita che si conclude con la vittoria dell’Arsenal che pur soffrendo si porta a casa tre punti, che lo fanno allungare sul Tottenham di quattro punti. Un ritorno in Champions League che sembra alla portata dei Gunners.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy