In questa partita di fine campionato l’Arsenal affronta l’Everton, e si aggrappa all’ultima speranza di potere agganciare un posto in Champions League. I Gunners oggi devono vincere, e sperare in una sconfitta del Tottenham nel campo del già retrocesso Norwich.

I Gunners iniziano pressando sull’acceleratore alla ricerca del gol del vantaggio, ma i Toffees non ci stanno a fare da sparring partner e si difendono con ordine. Il primo acuto arriva al 5° con Saka, ma il tiro del numero 7 dei Gunners è impreciso e termina alto. Subito dopo è Odegard ad avere il pallone del vantaggio, ma il suo tiro ravvicinato viene respinto miracolosamente da Pickford. Al 17° ci prova Nketiah con un tiro al volo che termina di poco alto. Al 19° si fa vedere l’Everton con una conclusione di Calvert-Lewin sul quale Ramsdale si oppone respingendo con i pugni. Al 24° viene concesso un rigore per un fallo di mano in area. Martinelli si incarica della trasformazione e segna spiazzando il portiere con i Gunners che vanno in vantaggio. Passano pochi minuti e i Gunners raddoppiano con Nketiah che salta più alto di tutti sugli sviluppi di un calcio d’angolo e mette dentro il gol del 2-0. Arsenal che con un 1-2 micidiale si sblocca e attende buone notizie da Carrow Road. L’ Everton non demorde e prova a riaprire la partita, Calvert-Lewin riceve un passaggio da Iwobi e tira di prima intenzione con il pallone che termina alto di poco. Al 42° una combinazione Nketiah-Saka manda il numero 7 dei Gunners ma arrivato in area, Angola troppo la conclusione e il pallone termina fuori. Nel finale di tempo i Toffees accorciamo le distanze con Van De Beek, che approfitta di un rimpallo in area e la mette alle spalle di Ramsdale. Primo tempo che termina con i Gunners in vantaggio, che tengono con gli occhi l’attenzione alla partita e con le orecchie cercano notizie da Norwich.

Il secondo tempo non riserva grandi emozioni all’inizio, con le squadre che dopo il primo tempo a ritmo intendo sembrano un po’ rallentate. Tavares si fa vedere al 55° quando recupera palla sulla trequarti e tira di prima intenzione con il pallone che termina alto. È il preludio al gol che arriva subito dopo, quando Cedric si avventa su un rimpallo su azione d’angolo, e con un tiro al volo infila il pallone sotto la traversa. Arsenal che potrebbe dilagare con Saka che si infila in area, ma il suo diagonale potente viene deviato. Sul corner seguente Gabriel raccoglie un rimpallo e trova il 4-1 con un diagonale che non lascia scampo al portiere e chiude definitivamente la partita. Nel finale c’è anche spazio per Odegard che dopo un’azione ubriacante, dove si è dribblato due difensori pesca l’angolo giusto per la cinquina Gunners. Arsenal che travolge l’Everton ma è una vittoria che purtroppo non basta per la Champions League, vista la vittoria del Tottenham a Norwich ma dopo un’anno d’assenza torneranno a disputare una competizione europea con l’Europa League. Per i ragazzi di Arteta la stagione appena conclusa si può considerare positiva con un’ossatura di giovani che potranno presto fare tornare l’Arsenal a competere ad alti livelli a livello nazionale e internazionale.

Di Alberto Zingales

Privacy Policy