Nella seconda giornata della fase a gironi di Europa League, l’Arsenal ha affrontato gli irlandesi del Dundalk. Arteta rispetto alla partita di campionato, schiera una formazione piena zeppa di seconde linee, composta da una buona parte dei giovani dell’Accademy. Stasera ha fatto il suo debutto ufficiale per i Gunners, il portiere islandese Runarsson. Portiere che subito viene impegnato, quando al 9′ si tuffa e devia un tiro insidioso di McEleney. Dopo di ciò sono saliti in cattedra i giovani Gunners, che hanno messo in mostra una serie di azioni pericolose. In modo particolare Nelson, Willock e Nketiah si sono messi in evidenza, mettendo in apprensione la difesa del Dundalk. Un gioco che trova concretezza quando al 42° Nketiah, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si fa trovare al momento giusto nell’area piccola, quando devia un rimpallo in rete, con un vero e proprio gol da rapinatore d’area.

Photo by diretta.it

Un gol che sblocca la partita, e subito dopo il giovane centravanti della nazionale under 21 inglese, avvia l’azione del secondo gol, recuperando la palla sulla trequarti, e passandola a Pepe, che tira di prima intenzione; la palla sbatte su un difensore, ma sul rimpallo si avventa Willock, che dall’interno dell’area la mette sotto la traversa. Un bellissimo primo tempo che ha messo in luce le qualità dei giovani provenienti dall’accademy dei Gunners.

Foto by diretta.it

Arsenal che all’inizio della ripresa trova il 3-0, con Pepe che raccoglie un passaggio di Willock, e con un tiro a giro la infila all’incrocio dei pali. L’ Arsenal trova una bellissima vittoria e la testa del girone, ma soprattutto mette in mostra i suoi giovani dell’accademy, che già fanno capire che con loro l’Arsenal può avere un futuro brillante e vincente. Tutto questo grazie al lavoro dei tecnici, che nella sede dell’Accademy di Hale End, fanno nascere e crescere i giovani Gunners.

Di Alberto Zingales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy Policy