Tottenham

Qualcosa inizia a muoversi in entrata dalle parti del “Tottenham Hotspur Stadium”. Il nuovo direttore sportivo Fabio Paratici ha iniziato a formare quello che saranno gli Spurs del futuro segnando due colpi importanti in entrata come Bryan Gil e Pierluigi Gollini. Il probabile arrivo di questi due giocatori rappresentano dei chiari esempi della nuova linea societaria: giocatori giovani con grande voglia di affermarsi in un grande palcoscenico come la Premier League.

Parliamo di… Pierluigi Gollini

Sembra essere molto vicina alla chiusura la trattativa che porterà Pierluigi Gollini a vestire la maglia degli Spurs a partire dalla prossima stagione. Il portiere classe 1995, saluterà definitivamente l’Atalanta dopo quattro stagioni e mezzo per approdare nel Nord di Londra. La partenza di “Gollo” è stata facilitata dalla scelta della dirigenza bergamasca di spendere 20 milioni per Juan Musso costringendo l’ex Hellas Verona e Aston Villa a doversi trovare una sistemazione altrove. Da qui nasce l’intuizione di Fabio Paratici di portarsi a casa un buonissimo portiere che nelle ultime stagioni si è reso protagonista di prestazioni notevoli in palcoscenici importanti come la Champions League. Quella di Gollini agli Spurs è una trattativa da 15 milioni totali (13 più 2 di bonus) sulla base di un prestito con diritto di riscatto che diventerà obbligo in caso di raggiungimento di determinati obiettivi. Resterà da capire il ruolo che avrà Pierluigi nello scacchiere di Nuno Espirito Santo: vice oppure sostituto di Hugo Lloris?

Scoprendo Bryan Gil

Le trattative in casa Tottenham non si fermano al acquisto di Pierluigi Gollini. Nelle ultime ore si è parlato insistentemente dell’acquisto di Bryan Gil, esterno offensivo del Siviglia reduce da due prestiti stagionali con le maglie di Leganes e Eibar. Il classe 2001 è uno dei prospetti più interessanti della scorsa edizione di Liga tanto da attirare su di se l’interesse di diversi top club europei. Alla fine rischia di spuntarla il Tottenham che con decisione ha voluto puntare su di lui sacrificando Erik Lamela, promesso sposo del Siviglia. Gli spagnoli incasseranno anche 25 milioni oltre al cartellino del ex giocatore di River Plate e Roma.

di Alberto Zaina