Addio Terry Venables - Photo by Daily Express

Con un annuncio fatto dalla famiglia sui giornali, stamattina ci ha lasciati Terry Venables.

Terry Venables fu un promettente calciatore, ma il mondo del calcio lo ricorda sopratutto come un grande allenatore. Dopo una lunga carriera da calciatore con le maglie di Chelsea, Tottenham, Queens Park Rangers e Crystal Palace, inizia la sua carriera di allenatore proprio con Le Eagles del sud di Londra.

Gli inizi vincenti in panchina con Palace e Qpr

Una carriera che inizia bene con la promozione del Palace nell’allora First Division, dove ebbe un grosso impatto andando in testa alla classifica; ma dopo ebbe un calo, concludendo al tredicesimo posto, che allora veniva considerato come il più alto per le Eagles. Dopo le Eagles si ripeterà anche con il Queens Park Rangers, con il quale vincerà di nuovo la Second Division, e con cui addirittura andò in finale di FA Cup, perdendo però contro il Tottenham.

La chiamata del Barcelona con cui arrivo in finale di Champions League

I primi successi nei campionati inglesi gli valsero la chiamata del Barcelona, con la quale vincerà al primo impatto la Liga e la Copa de la Liga. Raggiunse il suo apice come Manager arrivando in finale di Coppa Campioni contro la Steaua Bucarest, ma fu battuto ai rigori dalla compagine romena, che allora era considerata una potenza calcistica europea. Con lui vennero due giocatori inglesi, Gary Lineker e Mark Hughes con il primo che ebbe grande successo in Spagna vincendo la classifica cannonieri con 21 reti.

Ritorno in patria con il Tottenham

Dopo l’avventura in Spagna tornò in patria per sedersi sulla panchina del Tottenham, con la quale vinse la FA Cup del 1991 con gli Spurs trascinati da Lineker e da un giovane Gascoigne che di li a poco prenderà il volo per Roma sponda Lazio.

Addio Terry Venables - Photo by Daily Express
Addio Terry Venables – Photo by Daily Express

La chiamata dei “Three Lions” con i quali arriverà in semifinale all’Europeo casalingo

La parentesi nel nord di Londra gli valse la chiamata della nazionale inglese, che aveva bisogno di rilanciarsi in occasione dell’Europeo casalingo che andò in scena nel 1996. Una nazionale che nonostante le critiche iniziali fece bene in quel torneo, arrivando fino in semifinale dove dovette arrendersi ai rigori contro la Germania, con l’attuale allenatore della nazionale Southgate che sbaglio il rigore decisivo contro i tedeschi, che poi vinsero in finale contro la sorprendente Repubblica Ceca. Dopo alcune esperienze poco proficue nelle panchina di Australia, il ritorno al Palace e le ultime esperienze con Middlesborough e Leeds smetterà di allenare per dedicarsi ad alcuni programmi TV e la scrittura di alcuni libri.

Ci lascia un Manager iconico che nel bene e nel male può essere considerato come una leggenda del calcio inglese nazionale e internazionale.

Di Alberto Zingales

 

Privacy Policy