Allianz Stadion di Vienna- Uefa official website

Nella quinta giornata di Europa League il West Ham leader del suo girone affronta in trasferta il Rapid Vienna. Moyes schiera i suoi con il classico 4-2-3-1 ma con un discreto turnover: davanti infatti ci sono Bowen, Lanzini, Yarmolenko e Vlasic. I padroni di casa, con diversi assenti, schierano anch’essi un 4-2-3-1.

Primo tempo

Il primo tempo inizia con un West Ham sicuramente migliore e più attivo: la prima occasione da gol è del 5° minuto con Bowen che sfiora il gol del vantaggio su filtrante di Masuaku. La prima frazione di gioco prosegue con un netto predominio della squadra inglese che però produce più possesso palla che azioni da gol. Il vantaggio degli Hammers arriva al 38° con Yarmolenko che stacca di testa su cross di Vlasic. Al 45° del primo tempo il West Ham guadagna un rigore e dal dischetto il capitano, Mark Noble non sbaglia: è due a zero per gli ospiti. Il primo tempo si chiude quindi con il West Ham in vantaggio per 2-0.

Secondo Tempo

La seconda frazione di gioco inizia con il West Ham che continua a dominare e ad avere il controllo della partita. Gli Hammers attaccano a più riprese e si rendono spesso pericolosi, in particolare con Soucek, Bowen e Yarmolenko. I padroni di casa invece faticano a tenere la palla ed a produrre azioni da gol: la squadra di Vienna non è mai realmente stata in partita. La prima vera occasione da gol per il Rapid arriva solo al 73° con un tiro di Fountas che finisce di poco a lato sulla destra. Gli uomini di Moyes continuano ad essere pericolosi: a sfiorare il gol al 78° è il giovane Perkins. Il Rapid torna pericoloso solo sul finire di partita: al 90° infatti è Kara con una splendida rovesciata a impensierire la difesa degli ospiti.

La partita termina 0-2. Netta vittoria degli Hammers che si qualificano agli ottavi.

 

Di Federico Iezzi.