Borriello West Ham

“Le bandiere non esistono più”, una frase che riecheggia rumorosa tra i tavolini dei café. Quante volte si è ascoltato un pensiero di questo genere? Tante, tantissime volte. La verità è che del calcio di un tempo oggi resta poco o nulla. E sono sempre di più quei giocatori che indossano una maglia per una stagione, senza lasciare traccia, per poi ripartire verso nuovi lidi. A caccia di ingaggi pesanti, per riempire soltanto il proprio portafogli.

Snocciolando gli archivi recenti del West Ham, abbiamo individuato cinque nomi, di giocatori la cui militanza nell’est di Londra è stata leggermente più prolungata di un battito di ciglia. Calciatori che molto probabilmente potreste non ricordare in maglia bordeaux e azzurro.

Craig Bellamy

E’ stata un’icona del calcio inglese. Tutti lo ricordate battagliare sui campi di Premier League con le maglie del Newcastle, del Liverpool e del Manchester City. Ma il gallese, che è stato un giocatore dinamico, dal grande temperamento, che lo ha portato ad avere in alcune occasioni accesi scontri con i suoi allenatori, ha indossato anche la casacca del West Ham. Dall’estate del 2007 agli albori del 2009. Bellamy ha scelto l’est di Londra per ridare slancio alla sua carriera, e cercare di riportare la squadra in Europa. Ma non ha ottemperato a pieno il compito, e la scommessa non è stata totalmente vinta. In due stagioni ha collezionato solo 24 presenze e 7 gol.

Fredrik Ljungberg 

Il centrocampista svedese ha fatto la storia con l’Arsenal. E’ stato un cardine dei Gunners. Quelli veramente forti, e temuti da tutti. Gli ‘Invincibili’ per intenderci. Ha fatto incetta di titoli nel nord di Londra. Ma successivamente ha milittato anche nel West Ham. Nella stagione 2007/08, ma non ha lasciato tracce nella sua seconda esperienza nella capitale inglese. 25 presenze totali e solo 2 gol realizzati con la maglia degli Hammers per lo svedese, che il meglio di sè lo ha dato chiaramente con la maglia dell’Arsenal cucita addosso.

Ljungberg West Ham
Freddie Ljungberg esultanza – Photo by official Twitter West Ham

Mido

Un grosso rimpianto la carriera dell’attaccante egiziano. Che in Olanda ha segnato raffiche di gol, ma che in Inghilterra non è riuscito a trovare la giusta dimensione. Non si è mai adattato del tutto al calcio d’Oltremanica. Gli Hammers ci hanno puntato forte nel 2010, ma Mido ha severamente deluso le aspettative, collezionando soltanto la miseria di 9 presenze a Londra, con 0 gol realizzati. Una meteora.

Marco Borriello

Nella sua lunga carriera l’attaccante napoletano ha cambiato molte maglie. Ha girovagato tutto lo Stivale, chiudendo la sua esperienza da calciatore addirittura ad Ibiza. Ma ha provato a sfondare anche in Inghilterra, dalle parti del Boleyn Ground, nel 2014. Ma l’esperienza londinese si è rivelata un bluff, perchè Borriello – arrivato al West Ham in prestito dalla Roma – è sceso in campo soltanto in due occasioni, senza incidere. Una toccata e fuga in Terra d’Albione.

Borriello West Ham
Presentazione Marco Borriello – Photo by official West Ham

VICTOR OBINNA

Ha fatto divertire i tifosi del Chievo Verona con i suoi sprint mortiferi. Con le sue accellerate devastanti in campo aperto. Lasciata la città di Romeo e Giulietta, ha giocato nell’Inter, al Malaga per poi fare tappa a Londra, sponda West Ham, nel campionato 2010-2011. Per lui 25 presenze e 3 gol, un rendimento parecchio incostante che non gli è valsa la conferma. Bocciato, si è trasferito successivamente in Russia. La sua militanza al West Ham, dunque, non può considerarsi un cimelio per i tifosi degli Hammers.

di Andrea Indovino

Privacy Policy